ARCHIVIO Messaggero Veneto dal 2003

Band goriziana trionfa al Festival “Ciao Luca contest”

Gradisca GRADISCA. È andato alla band goriziana Insanity Fair il successo nella seconda edizione di “Ciao Luca contest band”, concorso musicale per band under 30 abbinato al festival organizzato dall’associazione giovanile Totem di Gradisca per onorare la memoria del concittadino Luca Zorzenon. La finalissima del contest, sviluppatosi in tre fasi con il supporto dell’assessorato alle politiche giovanili, è andata in scena al pub The Gammon di Chiopris Viscone. Sul palco altre cinque formazioni, in rappresentanza di svariati generi musicali: gli Hammered (heavy), i Post Execution (thrash), gli Archer Divinity (folk metal), gli Atomic Storm (stoner) e i Frame of Pain (avantgarde). Tutte le band sono state inserite con un brano ciascuna in un demo-cd commemorativo della serata, conclusa da un dj set di Ricky Russo di Radio Capodistria. Gli Insanity Fair, già visti all’opera nel contest del 2009, hanno convinto pienamente la giuria di qualità (verdetto unanime), oltre che il pubblico, che ha potuto indicare la propria preferenza su apposita scheda: il gruppo formato da Giordana Gismano (voce), Davide Papa (basso), Mario Manganelli (chitarra) e Alfredo Macuz (batteria) ha dimostrato di aver raggiunto una certa maturità artistica con un rock graffiante, impreziosito dalla suadente voce della Gismano. Con questa vittoria la band isontina avrà la possibilità di esibirsi, nel giugno 2011, durante la decima edizione del festival benefico “Ciao Luca”. Gli Insanity Fair godranno anche di dieci ore di prove gratuite nella sala musicale del Comune gestita dalla Totem. A causa degli impegni dei vincitori, saranno invece i Frame of Pain, secondi classificati, a esibirsi al concerto natalizio “Christmas with the yours”, promosso sempre dalla Totem venerdì 17 dicembre, alle 21, alla sala civica Bergamas (ingresso gratuito), nell’ambito delle iniziative di “Natale in Fortezza”. Sul palco nell’occasione anche Les Brucalifs e Off&Brau Sisters: per questi ultimi sarà l’atteso giorno della reunion. (g.p.)