Le ultimissime

Sacilese, almeno sulla carta, molto simile a quella che domenica scorsa ha impattato 0-0 con la Virtus Entella. L'unica novità potrebbe registrarsi in attacco, reparto in cui è atteso il rientro di Simone Corbanese, ripresosi dal guaio muscolare che l'ha costretto a saltare le ultime due gare.
Difesa. Retroguardia che non prende gol, non si cambia. Difficile che Costantini muti qualcosa rispetto alla gara con l'Entella, la prima al XXV aprile conclusasi senza gol al passivo. Pertanto Mion in porta, Di Berardino e Bigolin a presidiare le fasce, la collaudata coppia Vecchiato e Mattia Conte in mezzo. Due tra Grazzolo, Colombera e Fantin destinati alla panchina, uno in tribuna.
Centrocampo. Dal Cin alle prese con un leggero problema addominale. Per lui un turno di stop. Mentre per Costantini l'ormai abituale "rebus" delle quattro carte, ovvero Gardin, Segato, Furlan e Bertagno, che si contendono le tre maglie a disposizione in mezzo al campo.
Attacco. Qui, come detto, potrebbe esserci la novità più rilevante: il rientro del "Cobra" Corbanese. Se dal primo minuto o a partita in corso si saprà soltanto oggi alla comunicazione delle formazioni ufficiali. Qualora il tecnico biancorosso opti per un reinserimento graduale, Ligori favorito su Brotto come prima punta, Angelo Conte e Kabine confermatissimi ai lati.
Tritium. Il tecnico lombardo Stefano Vecchi schiera i suoi con un accorto 4-4-1-1. Modulo che sinora ha garantito grande equilibrio. Squalificato Enrico Bortolotto, pronto Floriano al suo posto. Dietro l'unica punta Spampatti opera Roberto Bortolotto, talentuoso attaccante scuola Milan, con cui ha vinto pure un torneo di Viareggio. (p.s.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA