Sicam chiude in bellezza con 18 mila visitatori Edizione 2011 in agenda dal 19 al 22 ottobre

Fiera di Pordenone «Se il futuro della filiera dovesse dipendere da quanto accaduto a Sicam, la crisi è finita». E' un commento entusiastico quello degli organizzatori del Salone internazionale dei componenti, semilavorati e accessori per l'industria del mobile che si è concluso ieri alla Fiera di Pordenone.
I visitatori sono stati infatti 18 mila, di cui ben il 26 per cento provenienti da oltre confine. In prima linea gli operatori giunti da Germania, Spagna, Russia e Gran Bretagna, segno che c'è un rinnovato interesse nei confronti del settore del legno arredo che ha vissuto negli anni scorsi una crisi pesante. Lo scorso anno i visitatori erano stati 13 mila 250 provenienti da 79 Nazioni.
«A Pordenone – continuano gli organizzatori della rassegna – sono arrivati tutti i decision maker del settore che hanno fortemente contribuito a fare dei padiglioni della Fiera un luogo di affari, di contrattazione, di verifica dei prodotti, di analisi delle soluzioni».
I 530 espositori presenti nel quartiere di viale Treviso (per oltre 14mila metri quadrati netti espositivi) hanno avuto l'attenzione di tutta la filiera; una soddisfazione per i promotori, che hanno così visto coronati i propri sforzi per fare dell'evento un momento insostituibile. «Un risultato – commentano – che ha le proprie fondamenta nel rapporto di stretta collaborazione con gli espositori che da sempre caratterizza l'operato di Sicam».
Soddisfazione è stata espressa anche dai vertici della Fiera di Pordenone che considerano Sicam una delle principali vetrine che ha un indotto, in termini, a esempio, di rete alberghiera, molto significativo.
Già definite le date della prossima rassegna, la terza del nuovo corso, che si terrà dal 19 al 22 ottobre del prossimo anno.
©RIPRODUZIONE RISERVATA