Concorso per ricordare Paolo Lutman

È sotto gli occhi di tutti, molto spesso purtroppo in senso negativo, che lo sport veicoli il nostro modo di concepire la vita, proietti i nostri sogni, le nostre speranze o delusioni, aspettative o disfatte, in una parola rispecchi la nostra sensibilità e il nostro modo di essere uomini.
Ne sono ben consapevoli i tanti ragazzi delle scuole superiori che, da varie parti d'Italia, hanno partecipato alla quinta edizione del concorso di scrittura creativa Scendincampo 2010 - Raccontare di sport, promosso dal liceo 'Leopardi-Majorana" di Pordenone in collaborazione con il locale Comune e il giornalista sportivo Gianni Mura nel ruolo di giurato, per ricordare Paolo Lutman, figlio del sanroccaro Mario, ex primario di radiologia dell'ospedale goriziano che, insieme alla moglie, onorano in questo modo il proprio figlio venuto a mancare cinque anni fa.
Tra i cinque premiati finali figura anche il nostro concittadino Federico Donda, sanroccaro doc, studente dell'ultimo anno del liceo classico 'Dante Alighieri" di Gorizia, che ha dedicato il suo elaborato alla memoria dell'indimenticabile Chicco e alla storia che ha portato, nel 2010, la squadra di basket di ragazzi disabili del gruppo 'Giuliano Schultz" di Medea, supportata dal gruppo parrocchiale di cui lui fa parte, alla vittoria dei campionati italiani per disabili intellettivi e relazionali.
Una bella lezione di vita per chi si ritiene 'superiore" in forza della propria 'normalità" e un invito a praticare lo sport con il cuore e con impegno per il puro piacere di stare insieme, di condividere gioie ed emozioni, lontano dalle risse o dal dominio delle leggi del mercato.