Studiosi italiani e stranieri esplorano l'autenticità del suo pensiero

Il rabbino capo di Firenze Joseph Levi, con un intervento dedicato a Kohelet fra il nulla e la fede: pessimismo, interrogazione esistenziale e la sua risoluzione, e l'insigne accademico Joseph Weiler, titolare della Jean Monnet chair alla facoltà di legge dell'Università di New York, oltre che direttore della Global law school e del Centro Jean Monnet per il diritto dell'economia regionale e Internazionale , parteciperanno ai coonvegno internazionale di studi su Carlo Michelstaedter La via della persuasionein programma domani (dalle 17) e martedì (dalle 9.30) nella sala della Torre sede della Fondazione Carigo.
Nel centenario della scomparsa del poeta e filosofo goriziano, relatori prestigiosi si alterneranno dunque intorno al caso Michelstaedter: se Weiler interverrà in videoconferenza, così come il noto musicista Claus-Christian Schuster chiamato a relazionare su Beehtoven. L'ombra del gigante, a Gorizia saranno presenti la traduttrice Renate Lunzer, docente all'Università di Vienna, che presiederà i lavori della sessione di domani, introdotta dal presidente dell'Istituto Icm Marco Grusovin, e ancora ci sarà lo studioso Sergio Campailla, che sempre domani terrà un intervento su Cent'anni di solitudine. Martedì si confronteranno, coordinati dal docente goriziano Fabrizio Meroi, i relatori Daniela De Cecco ( Michelstaedter e i presocratici: una complessa sintonia), Giorgio Brianese ( La retorica da Aristotele a Michelstaedter), Marco Fortunato ( Leopardi e Michelstaedter: il sapere, il rinvio, il presente), e quindi il rabbino capo Joseph Levi, Fabio Pierangeli ( La via di Ibsen) e, nella sessione pomeridiana presieduta dalla docente Cristina Benussi, gli esperti Martino Dalla Valle ( Buddha e Michelstaedter: dialogo di anime nude), Vaclav Belohradsky ( Critica del linguaggio nell'Europa centrale), Antonio Russo (C arlo Michelstaedter tra modernismo e attualismo). Infine, coordinati dal docente Andrea Tabarroni, interverranno Joseph Weiler ( Cristo, in videoconferenza) e Ilvano Caliaro ( Michelstaedter e Petrarca), lasciando poi spazio alle conclusioni di Sergio Campailla.
Il convegno esplorerà l'autenticità del pensiero di Michelstaedter gettando un fascio di luce sul suo sorprendente Catalogo dei persuasi, citato dallo stesso autore nell'introduzione della sua opera principale La persuasione e la rettorica, al quale appartengono figure come Cristo, i Presocratici, Socrate, Petrarca, Leopardi e Beethoven.