Caravaggio inatteso a Lezioni di tenebra

Lezioni di Tenebra. Caravaggio 1610-2010, è l'evento culturale a cui ha dato vita l'Accademia dell'Incanto, legata al gruppo teatrale Teatro Zero Meno, che di fatto, con i quindici appuntamenti sulla tumultuosa vita, e sulla pittura e il mito di Michelangelo Merisi, noto come il Caravaggio,apre una nuova fase culturale a San Giorgio di Nogaro. Gli appuntamenti di Lezioni di Tenebre, si terranno nei fine settimana fino al 12 dicembre, dove il motivo trainante sarà appunto «la vita tumultuosa e sfuggente, tra i fendenti di luce abbagliante e le ombre oscure della sua storia, della sua pittura e del suo mito: quello di Michelangelo Merisi». Ma perché il grande Caravaggio? Il Teatro Zero Meno produce lavori di contaminazione tra arte, recitazione, immagini, poesia, musica. Nel filone Arteteatro, già nel 2008 fiurava in cartellone lo spettacolo dedicato a Michelangelo Merisi da Caravaggio, oggi ancora più attuale perché rapportabile alla richiestissima serie di celebrazioni organizzate in tutta Italia in occasione del IV centenario della sua morte. Caravaggio, pittore maledetto, affascina ancora il pubblico contemporaneo per la sua modernità e per la sua rivoluzionarietà: lo scontro tra la luce e le tenebre concretizza in modo mirabile la storia di tutti, quella dei singoli e quella della collettività.
Di qui il ciclo di incontri Lezioni di Tenebra, con cui si allude all'uso di luce e ombra da parte del Caravaggio, il suo carattere rivoluzionario (si dice che fu lui l'inventore del nero), le sue valenze simboliche (bene e male, peccato e grazie, vita e mote). Recite, video, teatro, tableau vivant, film, concerti- conferenze, arteteatro, mediometraggi, letture, mostra didattiche sui dipinti e altro, faranno dunque conoscere quel progetto culturale che la neonata Accademia dell'Incanto il teatro Zero Meno intendono investire nel progetto culturale visibile sul sito www.lezioniditenebra.sitiwebs.com.
Francesca Artico
©RIPRODUZIONE RISERVATA