Anniversario del terremoto, stasera spettacolo-dialogo coi ricordi della gente

GEMONA. A pochi giorni dal 34°anniversario delle scosse di settembre, Gemona torna a parlare del terremoto, in particolare delle trasformazioni sociali causate da una catastrofe sismica e della relazione esistente tra la conoscenza scientifica e quella locale. Lo fa con uno spettacolo-diaologo in programma alle 21 nella sala della Comunità montana intitolato 'Ho tremato con la terra. Un perpetuo circuito di produzione e distruzione" proposto in collaborazione dall'Università di Udine e dall'associazione Comuni terremotati e sindaci della ricostruzione del Friuli.
Lo spettacolo è tenuto dal gruppo O'Thiasos e si pone l'obiettivo di suscitare la riflessione e la partecipazione del pubblico sui temi del rischio, dell'incertezza, dell'identità e della memoria, sollecitandolo con vari e diversi linguaggi che vanno dalla scienza alla poesia, dalla fotografia al canto. «Attraverso il mito, il racconto, il dialogo saranno evocati temi e situazioni in cui sgomento, paura e perdita si mescolano a speranza, impegno civile e solidarietà. Ne potrà dare testimonianza diretta il pubblico gemonese ricordando l'esperienza vissuta nel maggio del '76 e la successiva ricostruzione». Lo spettacolo, che è a ingresso libero e durerà circa un'ora per poi passare la parola al pubblico, si inserisce nell'ambito delle iniziative collegate al terzo ciclo di corsi della scuola estiva di perfezionamento in Gestione del rischio sismico organizzato dall'Università di Udine a Venzone. (m.d.c.)