Banda larga, studente a lezione da Insiel

SEQUALS. Si è concluso nella sede di Insiel a Udine il percorso formativo di Federico Morello, lo studente quindicenne di Lestans che si adopera per superare il cosiddetto 'digital divide", ovvero il gap dal punto di vista dei collegamenti telematici veloci presente tuttora in varie zone dell'area pedemontana e montana pordenonese. L'iniziativa fa parte di un progetto più vasto di Insiel, mirato a coinvolgere le scuole superiori e finalizzato alla divulgazione dell'informatica.
«Considerando l'interesse di Federico Morello verso l'informatica e, in particolare l'attenzione al 'digital divide" – precisa il direttore di Insiel, Fulvio Sbroiavacca - abbiamo pensato di porre le basi per un percorso conoscitivo di tre giorni, durante i quali ha avuto modo di rapportarsi con professionalità che da anni lavorano nel settore. Una sorta di pre-progetto che anticipa quello destinato a coinvolgere le scuole».
Oltre alla presentazione dei progetti lo studente sequalsese ha potuto visitare alcuni cantieri regionali in cui viene posata la fibra ottica per permettere l'utilizzo della banda larga. «Abbiamo apprezzato la determinazione di Federico Morello nel combattere il gap tecnologico» ha sottolineato il presidente di Insiel, Valter Santarossa.