Chiusaforte: ultimato il capannone torna ad animarsi l'ex caserma Zucchi

CHIUSAFORTE. Torna ad animarsi l'ex caserma Zucchi di Chiusaforte.
Con il completamento del capannone artigianale, realizzato all'interno della Zucchi, l'amministrazione comunale ha pubblicato il bando per l'assegnazione dei due lotti funzionali adatti ad ospitare attività produttive.
Spazi da 847 e 433 metri quadrati, che saranno affidati per 8 anni dietro ad un compenso annuo di 15.716 euro (10.468 per il primo lotto, 5.247 per il secondo).
Si tratta del primo esempio, in Alto Friuli, di riconversione di una vecchia struttura militare, resa possibile da un finanziamento di 900 mila euro concesso dalla Regione al Comune di Chiusaforte e alla Comunità Montana di Gemonese, Canal del Ferro e Valcanale.
L'obiettivo della giunta comunale è quello di creare nuova occupazione sul territorio: «Questa idea - ha affermato il vicesindaco Fabrizio Fuccaro - è nata qualche anno fa, quando la congiuntura economica non aveva ancora assunto l'aspetto di crisi. Per questo la pubblicazione del bando per l'assegnazione del capannone a qualche attività imprenditoriale - ha aggiunto - per noi rappresenta una vera e propria sfida, con la quale mettiamo nelle condizioni i privati di perseguire un rilancio economico della valle attraverso l'incremento dell'occupazione. Si tratta di un segnale di fiducia - ha concluso Fuccaro - che, per conto nostro, un'amministrazione pubblica deve dare in un momento di difficoltà».
Il Comune di Chiusaforte si dice pronto a venire incontro alle esigenze dei nuovi investitori, mettendo a disposizione sistemi di approvvigionamento energetico ecosostenibili.
Potranno partecipare al bando artigiani, cooperative e società di artigiani regolarmente iscritti all'albo da almeno due anni, oppure imprese industriali ed artigianali di produzione iscritte alle camere di commercio da almeno due anni.
Le domande dovranno pervenire al Comune di Chiusaforte entro le ore 12 del 15 settembre 2010. L'asta pubblica per l'assegnazione dei lotti è già stata programmata per il 20 settembre. Tra i criteri, che saranno tenuti in considerazione dalla commissione giudicatrice, ci sarà anche il numero di persone da impiegare in loco oltre alla tipologia dell'attività svolta, al giro d'affari, oltre alle caratteristiche della clientela e agli investimenti previsti.
Per informazioni è possibile contattare Adriano Ambrosino dell'Ufficio tecnico comunale al numero 043352030 o visitare il sito www.comune.chiusaforte.ud.it.
Alessandro Cesare
©RIPRODUZIONE RISERVATA