Pittera battezza il memorial Cornacchia

PORCIA. Presentazione in grande stile per la 28ª edizione del memorial Ferruccio Cornacchia di volley, con un invitato d'eccezione, che ha sancito il gemellaggio ideale tra il torneo e i mondiali di pallavolo maschile Italia 2010. Si tratta di Carmelo Pittera, mito della pallavolo italiana. Nato a Catania nel '44, nella stagione 1977-'78 vinse uno storico scudetto guidando la squadra della sua città, e guadagnando la panchina della nazionale. Ha portato l'Italia, sempre del '78, a un'incredibile secondo posto ai mondiali di Roma. Ovviamente si è parlato di questa splendida nazionale nel corso della presentazione avvenuta all'auditorium Diemoz di Porcia. Dietro Pittera scorrevano le imamgini della vittoria dell'Italia contro Cuba, nella semifinale iridata, il punto più alto del volley azzurro prima del bronzo olimpico di Los Angeles e dell'Era Velasco. «Sono venuto volentieri a Porcia – ha sottolineato Pittera, che allenò anche le nazionali di Egitto e Qatar –, il memorial Cornacchia è un torneo dai grandi contenuti tecnici ed etici. Credo ancora nella pallavolo come veicolo di educazione per i ragazzi».
Si è poi proceduto ai sorteggi. Settore femminile. A Porcia (girone A), giocheranno Vitrolles Marsiglia (Francia), Svizzera, Asystel Novara e Domovip Porcia. Nel girone B a Villotta Ortonovo La Spezia, Baden (Germania), Shandon (Cina), Israele. Nel girone C all'ex fiera di Pordenone Globus Team Spes Conegliano, Catalogna (Spagna), Algeria, Varna (Bulgaria). A Gruaro per il gruppo D Bilikova (Slovacchia), Parenzo (Croazia), Northern Lights (Usa), Debrecen (Ungheria). I gruppi maschili. Al Forum di Pordenone (gruppo E) Futura, San Donà, Bielorussia e Israele. Al Palamare di Caorle (gruppo F) Sisley, Iran, Baden e Zuzemberk (Slovenia). A Pasiano (gruppo G) Triestina, Italia, Venezia, India. Al palasport Gallini di Pordenone (gruppo H) Sloga, Algeria, Plovdiv, Svizzera. Mai come in questa occasione si può definire il Cornacchia un mondiale under 19, con 7 nazionali maschili, tra cui Iran e Israele, che potrebbero incrociarsi dai quarti. Prima volta per la Bielorussia e le francesi del Marsiglia. Curiosità anche per la nazionale femminile algerina e le sempre forti cinesi. (r.p.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA