Arrivano le "sporte" in tutte le famiglie

POVOLETTO. Parte lunedì a Povoletto, in occasione della 'Settimana della cultura ambientale", l'iniziativa commerciale/ecologica 'Porta la sporta".
Ad annunciarlo è l'assessore alle attività produttive Claudio Bertolutti che proprio alle 12 di lunedì prossimo presenterà formalmente il progetto nella sala consiliare del municipio.
«Povoletto sarà ufficialmente il primo comune della nostra Regione ad abbracciare questa iniziativa – spiega l'assessore –. Abbiamo l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'uso, ormai fuori controllo, del sacchetto di plastica (con conseguente danno ambientale), come esempio emblematico di uno stile di consumo -usa e getta- non più sostenibile. Ogni anno infatti, nella solo Europa, vengono consumati circa 100 miliardi di sacchetti di plastica usa e getta, la cui vita media di utilizzo si stima essere inferiore ai 20 minuti! E gli italiani ne sono tra i più assidui utilizzatori, con un consumo annuo stimato in circa 24 miliardi di sacchetti, ovvero quasi 400 a testa all'anno. Purtroppo i sacchetti in plastica, che non sono biodegradabili, persistono nell'ambiente per decine di anni in più, con gravissime conseguenze per la natura, quindi perché usare per pochi minuti un oggetto che può durare cento anni? Il messaggio che questo progetto vuole lanciare è che tutti possiamo prender parte alla lotta ai cambiamenti climatici in atto e non c'è tempo da perdere. 'Portare la sporta" può diventare qualcosa di più di una semplice abitudine, può rappresentare il primo atto di consapevolezza ecologica che apre un percorso di ulteriori atti di rispetto verso l'ambiente, coinvolgendo cittadini, esercizi commerciali, associazioni e singole persone. Nei prossimi giorni, verrà distribuita una 'sporta" a ogni famiglia del nostro comune. Sulla simpatica compagna di spesa, oltre al logo dell'iniziativa, appariranno anche tutte le realtà produttive locali che hanno aderito e sponsorizzato il progetto. Un ringraziamento particolare – continua Bertolutti – va rivolto proprio a loro, che in questo momento economico di restrizione hanno creduto in quest'iniziativa contribuendo economicamente alla sua realizzazione sposando il motto -Compra nel tuo Comune, ne guadagnerà l'ambiente!».
«Crediamo – conclude Bertolutti – che l'opinione pubblica debba essere consapevole degli importanti tematiche riguardanti la prevenzione e la riduzione dei rifiuti contenute nella nuova normativa europea in materia: la nr.2008/98/CE, che dovrà essere recepita dai singoli Stati nel giro di pochissimi anni».