Viabilità, 27 milioni per l'alternativa alla Ss 13

UDINE. Da Udine a Pordenone in 35' di automobile. Entro il 2013. Senza pedaggi e senza realizzare opere impattanti dal punto di vista ambientale. Ecco qual è il sogno della Comunità delle province friulane. Un sogno che da ieri può diventare realtà visto che la Regione ha stanziato un contributo di 27 milioni di euro per dare il via alla progettazione delle prime opere studiate dalla Provincia di Udine e da quella di Pordenone per creare un collegamento alternativo alla strada statale 13.
«Abbiamo stanziato 27 milioni – spiega l'assessore regionale alla Viabilità Riccardo Riccardi – per opere che verranno progettate e realizzate dalla Regione insieme alla Comunità delle Province, nell'ambito delle procedure commissariali che il Governo ha affidato al presidente Renzo Tondo. Di questi 27 milioni, 10 serviranno per la variante di Barbeano e 17 per quella di Dignano, poi sono in programma ulteriori lavori sulla 464, la statale che va da Dignano a Udine, uno degli assi più caricati dal traffico dove a breve partiranno i lavori alla rotonda Cisterna, nodo davvero critico».
Soddisfazione è stata espressa dai due presidenti degli enti intermedi, Pietro Fontanini e Alessandro Ciriani con i presidenti dei rispettivi consigli provinciali, Marco Quai e Mario Zambon. La nuova viabilità sfrutterà per buona parte strade ad alto scorrimento già esistenti. «Partendo da Pordenone – illustra il presidente del consiglio provinciale Marco Quai che ha seguito tutta la progettazione raccogliendo anche le istanze del territorio – sfruttando la prima parte della Cimpello-Sequals-Gemona sarà possibile uscire a Barbeano e con la nuova variante bypassare il centro abitato per arrivare al ponte di Dignano. Dopo aver passato il Tagliamento, con l'altra variante sarà possibile evitare l'ingresso a Dignano per immettersi sulla rotonda della strada regionale 464 di Spilimbergo percorrendo un tunnel. A Cisterna poi è già prevista la realizzazione di una nuova rotatoria e con l'ultima variante da circa 13 milioni si potrà superare Silvella e Plasencis per arrivare direttamente a San Marco e collegarsi alla strada provinciale 52 bis di Sedegliano. Con 40 milioni complessivi contiamo quindi di completare l'opera entro il 2013».
Cristian Rigo