Toto-tecnico a Fontanafredda

Dice di non aver ancora parlato con la società, che il futuro, per ora, non gli interessa e che pensa solo a chiudere in bellezza la (fallimentare) stagione. C'è da credergli? Chissà. Ma la sensazione è tale che dopo Fontanafredda-San Luigi, le strade della compagine rossonera e il tecnico Vanni Moscon si divideranno. Inutile nasconderlo: il tema in casa 'Fontana" alla vigilia dell'ultima gara della stagione è il toto-tecnico. E se le quotazioni per il prossimo campionato del veneto sono in forte ribasso, in costante ascesa sono quelle di Roberto Del Savio, tecnico del 'miracolo" Doria/Zoppola. Sarà lui a guidare i rossoneri? Sì, secondo indiscrezioni. La società, dal canto suo, non dichiara nulla in merito, mentre Moscon polemizza. «Se è davvero così – afferma – vuol dire che i dirigenti non sono contenti dell'operato del sottoscritto. Io voglio solo ricordare che, in passato, una volta conquistata l'Eccellenza, il Fontanafredda scendeva subito in Promozione. Mi pare di aver invertito il trend». Il tecnico gonfia il petto e si difende. Ma, al contempo, non dice di voler rimanere a tutti i costi sulla panchina rossonera. «Non saprei – spiega –. Dico solo che dipende da molti aspetti. Sono concentrato sulla partita di domani (oggi, ndr) perché voglio vincere la quarta gara di fila e chiudere in bellezza la stagione. O lasciare un bel ricordo, se sono vere le voci che circolano...». Ecco una spruzzata di pepe sull'ultimo match della stagione.
In campo alle 16.30.
Fontanafredda-San Luigi: largo turnover tra i rossoneri. Fuori Zambon, Conforti e Camerin per squalifica, spazio ai giovani e a Rubert, che rientra dall'inizio dopo l'infortunio che l'ha tenuto fuori quasi tre mesi.
Casarsa-Torviscosa: i gialloverdi vogliono il bis dopo la vittoria del derby con l'Azzanese. Ma le loro motivazioni si scontreranno con quelle ben più forti degli udinesi, terzultimi, e obbligati a vincere per non retrocedere.
Tolmezzo-Azzanese: gita in Carnia per i biancazzurri già salvi. L'unico obiettivo? Mandare in gol Marco Fabbro, che tenterà di superare Muiesan, avanti di una rete, e vincere così la classifica dei bomber.
Alberto Bertolotto