Il Chiasiellis perde il primo round

Coppa Italia femminile REGGIANA - CHIASIELLIS
2-0
REGGIANA Vicenzi, Neboli, Tavalazzi, Nasuti, Magrini, Casile, Colzi (Baldi), Spina, Sabatino, Brutti (Eccher), Vicchierello. All. Bertolini.
CHIASIELLIS Caravilla, Urbani, Maglio, Marinig, Bortols, Miani (Hofer), Berardo (Malesevic), Lavia, Degrassi, Bucovaz, Cester (Zanetti). All.
Marano.
ARBITRO Scattolin di Padova.
MARCATRICI Al 44' Tavalazzi; nella ripresa, al 13' Sabatino.
NOTE Ammonita Sabatino.
REGGIO EMILIA. Si fa subito in salita la strada che porta alla semifinale di coppa Italia per l'Alibus Chiasiellis. Nel primo round con la Reggiana la squadra friulana è uscita sconfitta per 0-2, un risultato difficile da ribaltare nella gara di ritorno a Mortegliano (probabilmente anticipata a sabato 23). Nella logica del doppio confronto sarebbe infatti servito un golletto per dare alle biancocelesti qualche speranza in più, invece la truppa di Marano non è riuscita a replicare l'ottima prova in campionato quando in Emilia finì 1-1. Le occasioni ieri non sono mancate, purtroppo le già note difficoltà in fase conclusiva non hanno permesso di fare centro. Ben più cinica e concreta la Reggiana che ha sfruttato anche i mezzi episodi per confezionare i suoi due golletti (uno per tempo) e ipotecare la qualificazione alla final four della manifestazione.
Chiasiellis più intraprendente nel primo tempo quando per due volte le friulane hanno avuto sul piede il pallone del vantaggio, ma prima la conclusione di Bortolus ha scheggiato il palo e poi il tentativo da sottomisura di Cester non è stato fortunato. Non ha perdonato, al contrario, la più esperta Reggiana che al 44' ha trovato quasi per caso il varco giusto per mettere a segno il primo gol. Un'incomprensione difensiva friulana, è stata punita da Spina che ha beffato Caravilla con un tocco d'esterno all'interno dell'area.
Nella ripresa, il Chiasiellis non ha avuto nemmeno il tempo di provare una reazione all'immeritato svantaggio perchè prima del quarto d'ora Sabatino (già l'anno scorso bestia nera delle friulane avendo firmato quattro gol) ha messo in rete di testa. Inutili anche gli inserimenti di Zanetti e di Hofer da parte di Marano per dare maggiore freschezza e incisività all'attacco, il risultato non è più cambiato.
Al ritorno, quindi, al Chiasiellis servirà una vera e propria impresa per acciuffare la qualificazione, perchè per segnare tre gol alla terza migliore difesa del campionato senza incassare alcuna rete (dal quarto attacco del torneo) servirà una partita praticamente perfetta.
Se ne riparlerà sabato 23, ora l'attenzione torna al campionato e alla gara-chiave di sabato prossimo a Mortegliano contro la Riozzese: alle friulane basterà un risultato positivo per rendere anche matematica una salvezza ormai a un passo.