Missione dell'università in Abruzzo: al via i sopralluoghi di ingegneri e prof

È scattata ieri sera la missione 'Assess-Abruzzo" dell'Università di Udine, organizzata dal dipartimento di Georisorse e territorio (Dige). La squadra, composta da docenti e tecnici del progetto 'Assess" (valutazione del rischio sismico degli edifici scolastici della regione), coordinato dall'ateneo friulano e finanziato dalla Direzione della Protezione civile regionale, è guidata dall'ingegner Stefano Grimaz. Oggi, all'Aquila è atteso l'arrivo di altri componenti del Dige, cui, nelle prossime ore, si aggiungeranno gli ingegneri degli Ordini di Udine e delle altre tre province.
«Il mio compito – ha detto Grimaz, che è stato mobilitato su richiesta urgente di Guglielmo Berlasso, direttore della Protezione civile regionale – è di organizzare al campo base della Protezione civile Fvg insediato a L'Aquila, in raccordo con il Centro operativo misto e i Vigili del fuoco, il coordinamento dei tecnici che proverranno dalla nostra regione per svolgere le attività di rilievo dell'agibilità degli edifici». Centrale sarà anche l'attività di supporto scientifico sul campo. «Il lavoro – continua – è cominciato dalla guida dei sopralluoghi di una prima squadra mista di tecnici della protezione civile».
Oltre a Grimaz, che nel 1997 ha coordinato le operazioni di rilevamento dell'agibilità nel post-terremoto dell'Umbria-Marche presso il Com di Fabriano, alla missione 'Assess-Abruzzo" hanno preso parte gli ingegneri Alberto Moretti, Petra Malisan, Fausto Barazza e Antonino Morassi e i geologi strutturali Eliana Poli e Adriano Zanferrari. Partecipano anche gli altri componenti delle unità di ricerca del progetto, tra cui Fabio Crosilla, Alberto Beinat e Domenico Visentini del Dige, nonché Natalino Gattesco e Franco Cucchi dell'ateneo giuliano e Dario Slejko e Alessandro Rebez dell'Ogs di Trieste. Al team potranno aggiungersi, a seconda delle necessità, altri esperti dell'ateneo friulano.
All'alba di ieri, è partito anche il gruppo di ingegneri strutturisti del dipartimento di Ingegneria civile e architettura (Dica), coordinato dal professor Gaetano Russo nell'ambito del consorzio interuniversitario ReLuis, chiamato a collaborare all'Unità di crisi del dipartimento della Protezione civile nazionale per la verifica dell'agibilità delle costruzioni a L'Aquila e provincia. Il team è composto dai docenti, dottorandi e collaboratori di ricerca Stefano Sorace, Elena Frattolin, Andrea Cortesia, Denis Mitri e Raffaele Venir, ai quali, nei prossimi giorni, daranno il cambio altri docenti ed esperti del dipartimento, fra cui Gaetano Russo, Alessandra Gubana, Paolo Angeli e Fabio Fadi.