Redfern apprezzato all'Area science park

Arte digitale All'inaugurazione del nuovo Complesso direzionale e del nuovo Centro congressi avvenuta, l'altro giorno, in Area science park, alla presenza del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, è stato avviato l''High level forum - low carbon technologies", organizzato dal ministero dell'Ambiente nel quadro della presidenza italiana del G8.
È stata inoltre inaugurata la doppia esposizione: le sculture 'I messaggeri della scienza" e 'I lunghi spiritelli dell'innovazione", dello scultore Giovanni Borgarello e la mostra 'Metri e metri di arte digitale" curata da Prospero srl di Trieste, composta da 44 metri di stampe di artisti italiani e internazionali che si esprimono attraverso il computer. Ospiti Giulio Calderini, Fabio Fonda, Roberto Gilli, Chiara Vecchi Gori e il goriziano Paul David Redfern (nella foto che pubblichiamo a lato), che per l'occasione ha realizzato l'opera inedita 'Aquarius marinus" di 1,30 x 5 metri esposta assieme ai 'Scaretotem" gli spaventatotem tecnologici.
Vivo interesse hanno suscitato tutte le opere digitali, in particolar modo gli 'astrattismi" di Fabio Fonda e l'acquario virtuale dell'isontino Paul David Redfern. L'iniziativa è stata molto apprezzata dalle autorità e dagli ospiti presenti nonchè dal direttore dell'Area, Giancarlo Michellone, che si è congratulato con gli organizzatori e gli artisti presenti.
Alcuni degli artisti, tra cui Redfern e il triestino Fonda sono stati invitati alla realizzazione di nuovi progetti da inserire nell'ambito dell'area tecnologica confermando l'oramai avviato sodalizio tra l'arte digitale e la tecnologia scientifica di cui l'attuale mostra, che rimarrà aperta sino a fine giugno, ne è un concreto esempio.
Ultriori notizie possono essere trovate, da chi fosse interessato, sul sito: http://www.triestecittadellascienza.it/index.php?page=5&idne.