Un sito Internet non è la sostanza

Nella nostra lettera nella Posta dei lettori del 29 dicembre scorso avevamo invitato Daniele Damele a consultare lo Statuto della nostra Regione e l'articolo 131 della Carta costituzionale italiana. In queste due fondamentali leggi costituzionali avrebbe potuto constatare (ma lui sicuramente lo sa già!) che il nome della nostra Regione si scrive ancora oggi, gennaio 2009, con il trattino tra Friuli e Venezia Giulia. Non solo, ma anche il Parlamento italiano, organo legislativo primario, continua a scrivere nelle sue leggi il nome della nostra Regione con il trattino: verificare la Gazzetta ufficiale, please!
Daniele Damele, a sua volta, come risposta al nostro invito, sabato 3 gennaio, sempre sul Messaggero Veneto, nella Posta dei lettori, ci invita a consultare il sito Internet ufficiale della Regione al fine di verificare l'esatta scrittura del nome della nostra Regione: siamo più che certi che in tale sito Internet il trattino tra Friuli e Venezia Giulia è stato tolto. Nel 2001, in occasione della modifica costituzionale del titolo V della Costituzione italiana, con un colpo di mano di un parlamentare eletto in Friuli, nel silenzio più assordante della stampa locale e in totale assenza di un sia pur miserrimo dibattito pubblico che ne spiegasse la portata giuridica, nel solo articolo 116 della Costituzione, il trattino tra Friuli e Venezia Giulia è stato tolto. Modifica limitata dunque a un solo articolo della Costituzione italiana e di nessuna influenza sullo statuto di autonomia della nostra Regione.
Con grande felicità dei super-fan locali dell'unitarietà regionale, soprattutto a partire dall'anno 2005, in Regione, con la scusa che in questo articolo 116 il trattino non c'è più si è incominciato a scrivere ovunque il nome della Regione senza trattino: nella carta intestata della Regione, nelle tabelle, nei logo, ecc. E a chi protestava si sbatteva in faccia l'art. 116 della Costituzione italiana, nella sua nuova formulazione del 2001. Ma nello Statuto della Regione (legge costituzionale) il trattino c'è ancora: sciocchezze! Nell'art. 131 della Costituzione (ove sono elencate le regioni italiane) il trattino non lo hanno eliminato: banalità! Il Parlamento nelle sue leggi continua a scrivere il nome della nostra Regione ancora con il trattino: che ignoranti questi onorevoli senatori e deputati! Già, sono solo una sciocchezza e una banalità l'articolo 131 della Carta costituzionale e lo Statuto di autonomia regionale. Quello che conta è esclusivamente «il sito Internet ufficiale della Regione».
Studenti iscritti alla facoltà di Giurisprudenza, occhio ai siti Internet! Hanno più valore delle leggi costituzionali. E allora, come si scrive il nome della nostra Regione? Dipende. Se credete fermamente nel sacro dogma dell''unitarietà regionale", come pare faccia Daniele Damele, si scrive friuliveneziagiulia senza spazi e trattino, se invece volete scrivere correttamente il nome della nostra Regione, visitate i siti del Senato e della Camera e consultate la Gazzetta ufficiale: lì il trattino c'è ancora!
Roberta Michieli, Sergio Fantini, Remo Brunetti