Prorogata la rassegna su Fogolino con un'anteprima nazionale su Dante

È stata prorogata fino al primo febbraio 2009 la mostra 'Marcello Fogolino a Gorizia. Ricostruzione di un capolavoro disperso", promossa dalla Fondazione Carigo con i Musei provinciali, visitabile nella sede di palazzo della Torre, con ingresso gratuito, da martedì a venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e il sabato e la domenica con orario continuato dalle 10 alle 19.
Il mese di gennaio offrirà dunque maggiore spazio per approfondire il percorso espositivo e i contenuti della mostra, che la Fondazione Carigo ha voluto promuovere in omaggio a un grande maestro del Rinascimento veneto e friulano, Marcello Fogolino, di cui sono state restaurate e ricomposte le tavole lignee commissionate, intorno al 1540, dal nobile goriziano Gaspare Lantieri. E proprio in questa prospettiva la Fondazione promuoverà, a partire dall'8 gennaio, diversi eventi e momenti di incontro sui temi dischiusi dalla mostra di Gorizia: in particolare, giovedì 8, nella sala conferenze di palazzo della Torre, sede della Fondazione Carigo, si terrà, in anteprima nazionale, un'originale Lectura Dantis, dedicata al tema dell'amore nella 'Divina Commedia", ideata e realizzata da Davide Sciuto e da PierPaolo Sovran.
La performance sarà presentata innanzi tutto a Gorizia e subito dopo, partendo dal Canal Grande, nel palazzo Ca' Corner di Venezia, e proseguendo a Padova, nell'antico palazzo Zacco-Armeni di Prato della Valle, in altre città italiane. Si tratta di un originale itinerario di lettura, orientato verso la ricerca di alcuni fondamentali significati che Dante attribuisce all''Amore", all'interno di una cornice in cui risaltano le immagini delle arti figurative (pittura e scultura), la dizione e l'anima del belcanto italiano, interpretata dalla voce del celebre soprano Cecilia Fusco, tra le più raffinate del canto lirico nel mondo, definita dal compositore Francesco Siciliani la 'Eleonora Duse del fraseggio", accompagnata dal pianista Luca Cigaina.
Proseguono intanto le visite guidate alla mostra, proposte con ingresso gratuito: si sono svolte sabato e domenica appena trascorsi e si ripeteranno nei prossimi fine settimana. Per ulteriori informazioni, gli interessati possono rivolgersi alla Fondazione (via Carducci 2, Gorizia), telefono 0481 537111, fax 0481 534354, sito web info@fondazionecarigo.it.