Polemica nell'assemblea civica tra Andrea Balducci e il sindaco

CERVIGNANO. Attimi di tensione, durante la seduta consiliare di venerdì scorso, si sono avuti dopo l'accusa, formalizzata dal consigliere di minoranza Andrea Balducci nei confronti del primo cittadino, Pietro Paviotti, reo, secondo l'opposizione, di palese conflitto di interessi nella gestione della vicenda che ha visto la realizzazione di alcune unità abitative, costruite nei pressi dell'impianto di betonaggio di via Monfalcone. Secondo Balducci, Paviotti avrebbe promesso ad alcuni residenti della zona che, una volta acquistati gli immobili, avrebbe fatto spostare l'impianto di betonaggio, cosa che poi non sarebbe avvenuta. «Paviotti non ha soltanto progettato le unità abitative situate nei pressi dell'impianto, in quanto geometra di professione - ha attaccato Balducci - ma nel contempo ha ricoperto, nello stesso intervento, la carica di sindaco, mediatore immobiliare e di tecnico della Calestruzzi».
Il primo cittadino rimanda le accuse al mittente. «L'opposizione non è riuscita ad elaborare la sconfitta subita alle ultime elezioni comunali - ha detto - e così ha iniziato un'opera di calunnia nei miei confronti» .(e.m.)