Basket serie D, riflettori sul Romans di Portelli e sul Fogliano di Lussin

GORIZIA. Manca ormai meno di una settimana al via della serie D regionale di basket, che quest'anno sarà orfana del retrocesso Pieris e dell'Athletismo, che durante l'estate ha rinunciato alla categoria per ripartire dalla Promozione.
I numerosi ripescaggi avvenuti durante la pausa estiva hanno dunque riportato alla ribalta dei campionati regionali Dome Villesse, protagoniste di epici scontri a distanza nel corso dell'ultimo campionato di Promozione e beffate ai play-off da un'Intermuggia rivelatasi superiore, oltre che la retrocessa e successivamente ripescata Aibi Fogliano.
Proprio quest'ultima, che da quest'anno collabora fattivamente con Laipacco, è una delle squadre da seguire: al nucleo di giovani che l'anno scorso si è reso protagonista di una notevole, ma purtroppo tardiva crescita (se il campionato fosse iniziato a gennaio, forse non ci sarebbe stato bisogno del ripescaggio) si è aggiunto qualche veterano che senz'altro innalzerà la qualità della formazione. In panchina, in luogo di Aldo Agostinis è arrivato coach Max Lussin da Monfalcone. Assieme a lui, da sponda Gasthaus è arrivato il giovane Piero Sdrigotti, mentre dai 'cugini" Nab si sono registrate le migrazioni di Tessarolo e Cechet.
Per contro, i Nabhanno integrato la rosa con l'ala Minocci da Pieris, dell'esterno Gramegna da Perteole e il ritorno di Christian Celin, mentre la società continua a sondare il mercato alla ricerca di un lungo che possa sostituire il pivot Franceschi, anche lui tentato da un'avventura a Fogliano.
Le novità certe in casa Gasthausriguardano invece l'arrivo dell'esperto coach sloveno Iztok Cehovin e dell'esterno Adamic dal Kontovel, mentre la società continua a sondare il mercato per consolidare la rosa dopo la partenza di Miseri e spera di poter contare ancora sul lungo Tommaso Mazzoli.
Altra formazione da tenere sotto stretta sorveglianza è Romans: reduce da un ottimo campionato dopo la linea verde intrapresa l'anno scorso, la società del presidente Calligaris ha rinnovato l'incarico di allenatore a Daniele Portelli e confermato tutta la rosa a eccezione di De Stasio (tornato all'Ardita), alla quale si sono aggiunti Alberto Prez e Stefano Libralato da Perteole.
All'elenco mancano solo le goriziane, Dinamoe Dom, storiche rivali nei campionati di Promozione di qualche anno fa, e che si ritrovano di fronte per la prima volta in un campionato regionale. I neri di Zucco hanno elevato notevolmente la propria stazza con gli arrivi dei lunghi Furlan e Signoretti, che ne hanno di fatto colmato le maggiori lacune d'organico. Le altre novità riguardano la partenza di Manservisi, salito in C1 sponda Virtus Udine e sostituito con un altro giovane e promettente play, Daniele Kodric, arrivato dall'Usg.
Per quanto riguarda invece il Dom, le partenze di Campanello, Franco, Gravner e Kojanec hanno fatto scattare l'allarme rosso in via Brass: la società è ancora alla ricerca di un play d'esperienza e di un lungo di spessore. Dopo aver corteggiato, invano, Bressan dal Pieris e il duo di 'cinghiali" Ambrosi-Lugan dall'Athletismo, sta tentando di tesserare in tempi record l'ala slovena Gorjup (difficile la sua presenza nella prima di campionato) e punta sui giovanissimi Voncina, Zavadlav, Cotar e Collenzini. (da.ce.)