Una via a Montesanto intitolata a Bernardis, sindaco della rinascita

La giunta comunale, riunitasi ieri mattina, ha deliberato di intitolare una via al primo sindaco del dopoguerra Ferruccio Bernardis, ancora oggi ricordato da tutti come una figura carismatica. Nato a Veglia nel 1906, nel 1918 si ritrova profugo con la famiglia a Gorizia, dove frequenta il collegio 'Dante Alighieri".
Nel 1928 si laurea a Bologna, facoltà di Giurisprudenza, con tesi dal titolo 'Il potere del pontefice di sciogliere i matrimoni consumati degli infedeli". Durante la guerra è ufficiale degli alpini e partecipa alla campagna di Grecia e, infatti, lo scorso gennaio era stato proprio il direttivo provinciale dell'Ana a proporre al sindaco Ettore Romoli l'intitolazione di una via a Ferruccio Bernardis. Poi la proposta era passata in Commissione toponomastica e ha ottenuto, lo scorso 26 giugno, il via libera dalla Deputazione di storia patria.
Bernardis fu eletto in consiglio comunale esattamente 60 anni fa come indipendente nella lista della Dc e il 13 novembre 1948 divenne il primo sindaco eletto nella Gorizia del dopoguerra (riconfermato per altri due mandati, fino al 1961). Definito «sindaco della rinascita della città», Gorizia sotto la sua amministrazione ha assunto l'aspetto attuale. Nel 1955, per il suo interessamento la sede dell'Istituto di musica è stata trasferita nello storico edificio di palazzo Della Torre-De Grazia, in via Oberdan. Con lo sprone di Bernardis Gorizia vide sorgere varie opere e istituzioni: la casa di riposo 'Angelo Culot", la palestra maggiore dell'Unione ginnastica goriziana, il completamento dell'Ospedale civile. È scomparso il 5 gennaio 1993.
Ieri la giunta Romoli, su proposta dell'assessore Cosma, ha deciso di intitolare a Ferruccio Bernardis la nuova via ubicata nel quartiere di Montesanto-Piazzutta (nella zona in via di urbanizzazione, laterale di via Catterini). A settembre, in data da definire, si terrà la cerimonia ufficiale, da concordare anche con le figlie Claudia e Marisa Bernardis, ma già dai prossimi giorni l'ufficio anagrafe rilascerà documenti d'identità con il nuovo nome: 'via Ferruccio Bernardis".