Marcon e Libassi i volti nuovi dell'Itala

GRADISCA D'ISONZO. In attesa che dalla Lega Pro arrivi l'ok per la sua prima storica ammissione a un campionato professionistico, l'Itala San Marco ha 'ammazzato" il tempo d'attesa mettendo a segno altri due acquisti. Uno per certi versi inaspettato, quello del portiere, l'altro (un esterno difensivo) sicuramente di meno, considerato che in terza linea non ci saranno più una colonna come Predrag Arcabae, almeno all'inizio, Luca Piscopo, alle prese con la rieducazione del ginocchio dopo la ricostruzione del legamento crociato.
A far notizia è soprattutto l'identità dell'estremo difensore che la prossima stagione sarà tra i pali dell'Itala San Marco: SergioMarcon. Nativo di Cormòns, l'esperto portiere (a novembre compirà 38 anni) ha appena vinto i play-off col Portosummaga, ma a parlare per lui è il suo curriculum contrassegnato da Sampdoria, Udinese, Chievo, Piacenza, Andria, Ternana e Ancona. Una svolta improvvisa quella dell'arrivo al Colaussi di Marcon, legata alle nuove regole introdotte per il prossimo campionato riguardo al ringiovanimento obbligatorio delle rose con il Venezia, che, di conseguenza, ha richiamato alla base il ventenne Omar Tusini,in un primo tempo destinato a rimanere alla corte di Giuliano Zoratti. Per Marcon si può con ogni probabilità parlare di scelta di vita. Dopo un lungo e produttivo girovagare su e giù per lo Stivale ha, infatti, colto al volo l'opportunità di giocare in una squadra professionistica che dista una decina di chilometri dal suo paese natale.
Nessuna novità invece per chi affiancherà Marcon, dato che è stato confermato Enrico Bon(vanamente inseguito dalla Manzanese che, a quanto pare, aveva pensato anch'essa a Marcon).
Sicuramente meno noto il nome di Giuseppe Libassi, versatile uomo di fascia destra che nell'ultimo campionato ha cominciato indossando il biancorosso della Maceratese, per poi passare alla Viterbese. Siciliano di Sciacca, Libassi è un classe '86 che in passato ha militato nel Licata prima di approdare al Livorno e in seguito al Cosenza e all'Olbia. Molte esperienze, dunque, nonostante la giovane età, per Libassi, che sulla corsia di competenza dovrebbe assicurare sia copertura che spinta.
Questi due nuovi nomi vanno così ad aggiungersi ai precedenti acquisti portati a termine dal presidente Bonanno e dal ds Luxich. Ovvero i giovani difensori, entrambi provenienti dal Treviso, Colavettae Fabris, più Teso(in comproprietà dal Venezia), l'esperto mediano Piovesan(Sansovino), il jolly Salgher(Pordenone), la mezzala Petris(Tamai) e le due prime punte Cristofoli(Sacilese) e Peron(Massese).
Mercato chiuso? Nulla è escluso, anche se nell'immediato non sembra esserci alcuna urgenza e, quindi, Bonanno e Luxich potrebbero aspettare gli ultimi giorni per piazzare ancora qualche colpo. Molto dipenderà dalle intenzioni dell'Empoli riguardo a Caponi, regista della Primavera: questa settimana appare decisiva per il suo eventuale arrivo a Gradisca. Si è parlato, sempre per la mediana, di Gardin(Portosummaga) e, a proposito di terza linea, dell'ex Primavera bianconero Politti(l'anno scorso al Verona). Trattative che comunque non sono destinate a decollare in tempi brevi.
L'Itala San Marco ha, nel frattempo, reso nota la sede del ritiro che si svolgerà nella seconda metà di luglio a Paluzza. Vecchi e nuovi biancoblù si ritroveranno il giorno 14 al Colaussi per l'inizio della preparazione. Durante l'estate quasi certa la disputa di gare amichevoli con Triestina e Lecce. L'attività agonistica ufficiale comincerà il 17 agosto con il primo dei cinque turni in cui è strutturata la Coppa Italia Lega Pro. Il semaforo verde per il via del campionato è stato fissato per il 31 agosto e si concluderà il 17 maggio (play-off e play-out sono in calendario il 31 maggio e il 7 giugno).
Piero Aita