Buon compleanno, Pro Romans

ROMANS. Era l'estate del 1921 quando, dalla passione per il calcio di Giorgio Candussi che presentò la sua idea ad alcuni concittadini nello storico ritrovo della trattoria 'Leon d'oro" di Romans, prese vita l'associazione sportiva Pro Romans.
Una proposta gettata li, come tante, ma nelle settimane successive una semplice idea si concretizzò nella riunione del primo consiglio direttivo che portò alla scelta dei colori sociali (il giallo e il rosso) e alla nomina di quello che resterà negli archivi e nella memoria come il primo presidente dell'As (oggi Asd) Pro Romans: Attilio Dessabo.
Una ricorrenza che sarà celebrata domani con la grande festa in programma organizzata dal club giallorosso nella sala 'Monsignor Galupin" di Romans, con inizio alle ore 17. A presiedere alla cerimonia sarà, come scontato, Luigino Bolzan, da 4 anni (e al suo secondo mandato) primo dirigente della società. «Molte sono state in questi giorni le adesioni di giocatori, dirigenti e tecnici della pro Romans e mi auguro che all'invito rispondano anche altri. Personalmente mi ritengo emozionato e orgoglioso di essere presidente di una società che taglia un traguardo prestigioso come gli 85 anni di vita, con un'attività che non si è interrotta nemmeno durante la seconda guerra mondiale, e l'orgoglio è doppio per chi, come il sottoscritto, sin da bambino tifa giallorosso, ha avuto l'onore di vestire per quasi 20 anni questa maglia (dal '60 al '79, ndr) e proviene da una famiglia che è sempre stata vicina alla Pro Romans, come dimostrano i 25 anni da dirigente di mio padre. Una festa, come ho già ricordato, che vuole essere l'occasione per riunire una grande famiglia e colgo in proposito l'occasione per estendere l'invito anche a tutti i tifosi o ai semplici simpatizzanti della nostra società».
Nel corso della cerimonia, alla quale sono attesi anche i calciatori che, partendo dal vivaio giallorosso, sono poi approdati nel calcio professionistico come Burgnich, Landri, Nardin, Bernardis e Giorgetto Zoff) sarà presentato anche il libro di Edo Calligaris 'Emozioni giallorosse", opera celebrativa di quella Pro Romans che oggi vanta oltre 200 tesserati tra le sezioni di calcio e pallavolo femminile. (ma.ce.)