Il Tavagnacco è a un punto dalla salvezza matematica

TAVAGNACCO
SENIGALLIA
2
0
GRAPHISTUDIO Marcutti 6,5, Donà 7, Martinelli 6,5, Simeoni 6, Stabile 6, Gama 6,5 (Minisini sv), Penickova 7, Di Filippo 6,5, Tomasella 6 (Femia sv), Bucovaz 6, Bedin 6 (Bologna 6,5). All. Modonutti.
VIGOR SENIGALLIA Brunozzi 6, Valeri 6, Verri 5,5, Breccia 6, C. Dulbecco 6, Pagnetti 6 (F. Dulbecco), Magrini 5,5, Rosciani 6, Vicchiarello 7, Tagliabracci 5,5, Mencaccini 5,5 (Irmici sv). All.
Censi.
ARBITRO Dal Cin di Conegliano 6.
MARCATORI Nella ripresa, al 2' Donà, al 20' Bologna.
\TAVAGNACCO. Missione compiuta. Il Tavagnacco supera il Senigallia e ipoteca la salvezza. Grazie al contemporaneo successo della Reggiana a Bergamo, le friulane hanno infatti portato a 6 i punti di vantaggio sull'Atalanta, a due giornate del termine del torneo. Per la salvezza matematica manca quindi all'appello un solo punto.
Le ragazze di Modonutti, contro un Senigallia sceso in campo per onore di firma, hanno tenuto le redini del gioco per tutti i 90', concedendo poco o nulla alle avversarie. Soprattutto nel primo tempo, Gama e Penickova hanno affondato i colpi sulla corsia di destra, senza trovare però la zampata vincete. Le conclusioni di Di Filippo (19'), Penickova (27') e Gama (29') non impensieriscono Brunozzi, e così il tempo si chiude a reti inviolate.
A risolvere le cose, nella ripresa, pensa ancora Donà, che al 2' si riscopre bomber, e in una delle rarissime sortite offensive pesca il jolly con un destro in acrobazia. La reazione del Senigallia sortisce l'unico effetto di spostare per alcuni minuti il baricentro del gioco nella metà campo del Tavagnacco, ma a colpire sono ancora le friulane, che al 20' chiudono il conto con Bologna: la serie A è a un punto.
Cristian Rigo