Il Tavagnacco liquida la pratica Oristano in nove minuti

GRAPHISTUDIO - ATLETICO ORISTANO
7-0
GRAPHISTUDIO Marcutti sv, Martinelli 7, Donà 6,5, Stabile 6, Minisini 6,5, Bucovaz 6, Gama 6,5 (21' st Femia 6,5), Penickova 7, Tomasella 6 (12' st Simeoni 6,5), Bedin 7,5, Bologna 6,5 (16' st Piva 6,5). AllenatoreModonutti.
ATLETICO ORISTANO Spissu 7, Solinas 5, Attori 5, Lavinia Masia 5 (18' st Marta Masia 5), Concas 5, Lugas 5, Angelilla 5, Simula 5, Deiana 7, Ogno 5 (15' st Porcu 5), Marchetti 5. AllenatoreBarbierato.
ARBITRO Papaiz di Maniago 6.
MARCATORI Al 3' Gama, al 7' Bologna, al 9' Penickova; nella ripresa, al 24' Bedin, al 30' Donà su rigore), al 36' Bedin, al 40' Penickova.
TAVAGNACCO. L'operazione sorpasso è riuscita: superando senza particolari affanni la resistenza del giovane Oristano, la Graphistudio ha scavalcato in classifica l'Atalanta relegando così la compagine orobica al penultimo posto che significa retrocessione. Il punto di vantaggio sulle nerazzurre di Bergamo, sconfitte per 0-2 in casa dal Senigallia, non consente però di dormire sonni tranquilli alle friulane, che, anche ieri, pur risolvendo la pratica isolana nei primi 9' di gioco, non hanno brillato in fase di manovra. I segnali positivi sono arrivati dall'intramontabile Nicoletta Bedin, autrice di una doppietta d'autore (mancino facile dopo aver saltato il portiere e imperioso stacco di testa) e dalla mobilità dell'ottima Penickova, imprendibile nelle accelerazioni palla al piede e ispirata in fase conclusiva (oltre ai due gol la nazionale ceca si è procurata il rigore messo a segno da Donà e ha offerto assist in abbondanza alle compagne). La sfida con l'Oristano doveva servire, oltre che per riconquistare la confidenza con i tre punti, anche per ritrovare la via del gol e un pizzico di sicurezza in fase realizzativa. Operazione riuscita solo in parte, soprattutto per i demeriti di età dell'Oristano, rimasto in partita soli 9'. Tanto è bastato al Tavagnacco per chiudere la pratica grazie a un guizzo di Gama al 3', seguito subito dopo dalle reti di Bologna (7') e Penickova (9'). A quel punto la partita è finita. Senza Di Filippo e Simonato, tenute a riposo dal tecnico Roberto Modonutti, la Graphistudio ha provato a mantenere alto il ritmo, ma spesso ha peccato di imprecisione nei passaggi e così per rimpolpare il bottino si è dovuto attendere il 24' della ripresa quando Bedin ha segnato il suo primo centro seguita a ruota da capitan Donà (30'), ancora Bedin (36') e infine Penickova (40').
Cristian Rigo