Tavagnacco, Torres fermata

GRAPHISTUDIO
TORRES
1
1
GRAPHISTUDIO TAVAGNACCO Marcutti 6, Donà 6 (20' st Piva 6), Martinelli 6, Simonato 6,5, Stabile 6, Penickova 6,5, Tommasella 6, Di Filippo 6 ( 36' Simeoni sv), Gama 6, Bucovaz 6,5, Bologna 7 (41' st Illiano sv). All. Modonutti.
TORRES Bassano 6, Tona 6,5, Cortesi 6,5, Lay 6, Ricco 6,5, Valenti 6 (27' st Carboni sv), Placchi 6,5, Rassu 6, (47' st Cherchi sv), Marchio 6, Sardu 6,5 (10' st Pintus 6), Guarino 6. All.
Pintauro.
ARBITRO Dal Din di Conegliano 5,5.
MARCATRICI Al 12' Guarino; nella ripresa al 2' Bologna.
TAVAGNACCO. Bologna risponde a Guarino e la Graphistudio ferma la Torres. Come all'andata. E come all'andata, in occasione dell'esordio in campionato quando il Tavagnacco strappò uno 0-0, ad avere l'opportunità migliore per portare a casa i tre punti nel finale, è stata la Graphistudio.
Parte forte il Tavagnacco: al 5' Tommasella per Gama, para Bassano, al 7' Penickova pesca Buovaz che di testa manda a lato, al 9' Di Filippo spara alto. Dopo la fiammata iniziale della Graphistudio, a spegnere gli entusiasmi delle gialloblù ci pensa Guarino che al 12' approfitta di una respinta incerta di Marcutti sul tiro cross di Pintus e deposita in rete.
Sotto di un gol, le padrone di casa soffrono il gioco delle sarde che, forti di un centrocampo ben assortito e ricco di inventiva, costringono le gialloblù a chiudersi nella propria metà campo. Cortesi e Tona mandano in affanno la difesa e Ricco chiama agli straordinari Marcutti che d'istinto nega il gol del raddoppio deviando in angolo.
Il Tavagnacco nei minuti finali prova a reagire: Bologna lancia Bucovaz che, a tu per tu con Bassano, calibra male il pallonetto e l'occasione sfuma. Il gol del pareggio, però, è solo rimandato. E arriva puntuale due minuti dopo l'avvio di ripresa, quando Bologna sigla l'uno a uno con un tiro dalla destra che sbatte sul palo interno e si infila in rete a mezz'altezza.
Sull'1-1 le due squadre sembrano accontentarsi del pareggio e il ritmo ne risente visibilmente. A scuotere i tifosi ci pensa Bucovaz che si esibisce in una spettacolare rovesciata arpionata da Bassano. L'ultimo brivido, come detto, è di marca gialloblù e porta la firma di Piva. Gama fa 30 metri palla al piede sulla fascia e serve Piva tutta sola in area sulla destra, ma il controllo dell'esterno non è preciso e l'occasione sfuma.
Cristian Rigo