Chiusa l'era Medeot, la panchina passa a Mendoza

UDINE. E' Denis Mendoza il nuovo ct della Rappresentativa regionale juniores e prende il posto di Jimmi Medeot. Trascorsi da calciatore professionista con Udinese, Genova,Ternana, Brescia, Como e Piacenza, Mendoza è in possesso del patentino di allenatore dal 1984 con debutto sulla panchina delle giovanili dell'Udinese. Poi numerose esperienze all'interno dei club dilettanti da Pordenone sino all'approdo dello scorso campionato a Flaibano.
«Ci ho pensato per qualche giorno e poi ho accettato la proposta del presidente Renzo Burelli – confessa Mendoza –. E' un'avventura interessante e nuova che mi affascina e che sicuramente, oltre che ad arricchiermi, mi permetterà di trasmettere ai giovani calciatori, quei valori positivi che a mia volta ho ricevuto dal mondo del calcio».
Ora comincia il lavoro più delicato, scovare sui campi regionali i giocatori per comporre la rosa della Rappresentantiva. «A me pare che non sarà difficile – spiega – perchè dappertutto vedo preparazione tecnica e atletica a buon livello per merito di ecnici bravi e qualificati».
Ci sarà la possibilità di lavorare con calma visto che il prossimo Torneo delle Regioni non si disputerà prima del 2007, anche se corre voce che nella prossima primavera il Friuli-Venezia Giulia potrebbe essere impegnato in un triangolare per la qualificazione allo stesso Torneo Regioni. Mendoza comunque non ha voglia di perdere tempo. E ha già in testa quale sarà la sua squadra. «Le mie formazioni adottano di solito il 3-4-1-2 cioè con un trequartista a fare gioco per una coppia di attaccanti veloci. Ma stavolta non mi fisserò su dei moduli preconfezionati, cercherò di plasmare la squadra a seconda dei giocatori che avrò a disposizione. I punti fermi restano quelli relativi alla disciplina e al rispetto reciproco: giocheremo in giro per l'Italia e dovremo rappresentare al meglio la nostra regione».
Dino Gastaldo