Alto, Mazzilis per primo sopra i 2 metri in Carnia

TOLMEZZO. Che la Carnia sia una inesauribile fucina di campioni del fondo e mezzofondo non è un segreto per nessuno, ma che riesca pure a portare alla ribalta atleti capaci di sfondare in altre discipline è un evento più che raro. La Libertas Tolmezzo, società presieduta da Francesco Martini, sta scoprendo che gli atleti carnici sono anche degli ottimi saltatori. Il precursore di questi è stato Alessandro Intilia, che negli anni novanta saltò in lungo misure che sfioravano i 7 metri, ma anche Vera Gussetti e Gabriele Verzin, già campioni italiani Libertas.
Oggi il simbolico testimone è stato raccolto da Fabio Mazzilis, primo atleta carnico a superare i 2 metri nel salto in alto, per concludere con Alessandro Faccin (classe 1990), ultimo gioiello in ordine di tempo della società tolmezzina, che ha vinto recentemente il Meeting Città di Palmanova superando l'asticella posta a 1,82 metri e che pochi giorni dopo si è aggiudicato i Giochi sportivi studenteschi provinciali, con la misura di 1,84, che lo lancia nell'Olimpo dei migliori saltatori della regione. «La Libertas Tolmezzo - ha affermato il presidente Martini - onora nel modo migliore lo sforzo di genitori, atleti e insegnanti di educazione fisica, che credono nella promozione di uno sport difficile in un territorio molto vasto come la Carnia. Grazie all'impegno di tecnici qualificati come Doriano Francescangeli e oggi Stefano Secco, possiamo vantare riscontri di rilievo tecnico impensabili fino a poco tempo fa per una società periferica come la nostra».
Alessia Bonin