Morto ad Abano il designer Giorgio Masiero

E' mancato il designer udinese Giorgio Masiero. L'uomo, 56 anni, è morto, ieri, ad Abano (Padova) nell'albergo dove alloggiava. Masiero (nella foto)era molto conosciuto in città e all'estero, dalla Libia a San Pietroburgo. In Libia il progettista friulano lavorò per cinque anni, dal 1990 al '95, con un'azienda veneta impegnata nel recupero di centri militari-residenziali e nell'arredamento di alberghi a Tripoli e Bengasi. Successivamente partì con una ditta austriaca alla conquista del pianeta Russia.
Tutto è cominciato nel 1963 quando un'anziana professoressa alla quale portava a casa frutta e verdura regalò a Masiero, che aveva appena quattordici anni, una cartella con ristampe di disegni di Leonardo. Fu allora che iniziò ad appassionarsi all'arte. Cresciuto nelle case popolari di via Pradamano, Masiero a 17 anni suonava la chitarra e frequentava un piccolo laboratorio di via Aquileia dove aveva imparato a costruire radio. A 18 anni seguì un corso di disegno alla Scuola d'arte e mestieri Giovanni da Udine e iniziò a disegnare e progettare. A 21 anni lavorava per la boutique Mic Mac di Marino Pasqualin, per il Lambertin sportivo di Lamberto Favella.
Oggi, accanto ai parenti, sono in molti a ricordare la grande umanità e l'estro artistico del designer udinese.