Grey Owl, da cacciatore a naturalista L'uomo che lottò per difendere i castori

Chi è Archi Grey Owl? Si conoscono tanti nomi e tante storie, ma quanti conoscono la sua? Pochi, eppure meriterebbe di essere divulgata.
Archibald Stansfeld Belany, nato in Inghilterra ad Hastings nel 1888; fu cresciuto rigidamente dalle due zie e durante tutta l'infanzia e adolescenza serbò nel cuore il desiderio di un mondo selvaggio dove avrebbe potuto essere se stesso.
Ne 1906 il diciassettenne Archibald scappò alla volta del Canada per realizzare il suo sogno; infatti venne adottato dalla tribù dei (pellerossa) Ojibway nel nord dell'Ontario. Diventò un pellerossa a tal punto che sarebbe stato impossibile distinguerlo se non per i suoi occhi azzurri.
Cambiò il suo nome in Wa-sha-quan-asin o Grey Owl (Gufo Grigio).
Egli si guadagnò da vivere cacciando castori con le trappole e scrivendo alcuni articoli per un giornale locale.
Nel 1926 si trasferì con il suo grande amore Anhareo in Québec, dove ebbe inizio la sua carriera di scrittore.
Anhareo, complice dell'amore e rispetto che Archi provava verso la natura, riuscì a dissuaderlo dalla caccia. Una volta aperti gli occhi, Grey Owl capì l'importanza dei castori e delle loro dighe costruite nelle pianure alluvionali della regione.
Iniziò a tenere piccole conferenze, dove oltre a raccontare la sua vita, narrò degli Indiani, della terra che amava, della natura e, tra le tante cose, parlò pure dei castori, passati da vittime delle sue trappole ad oggetto di enorme ammirazione.
Grazie ai suoi libri, articoli e conferenze la sua fama si diffuse. Fu grazie a questa che egli riuscì a salvare la specie dei castori dall'estinzioni diventando il primo ambientalista.
Morì nel 1938 nel Prince Albert National Park e presto molti lo dimenticarono.
Alcuni potrebbero pensare che quest'uomo aveva tentato di spacciarsi per ciò che non era, pellerossa anziché inglese, però un sogno è una scelta, e anche se il sangue che correva nelle sue vene non era indiano il suo spirito certamente lo fu.
Questa è la storia non solo di un uomo che ebbe il coraggio di trasformare il suo desiderio in realtà, ma di un eroe, iniziatore di una battaglia in strenua difesa della natura e degli animali.
Aura Longo
liceo classico europeo Uccellis