Tolkieniani da tutta Italia a San Daniele

/I/BBISAN DANIELE. /I/BDa domani al 5 settembre Hobbiton animerà il colle del Castello della cittadina del prosciutto. Tre giornate orgnizzate dalla Società Tolkieniana Italiana che hanno, con diverse attività quali conferenze, incontri, dibattiti, concerti, danze, rievocazioni in costume, proiezioni di filmati, caccia al tesoro e quant'altro, lo scopo di far rivivere, per un fine settimana, un piccolo frammento della Terra di Mezzo, descritta con minuzia dallo scrittore del Signore degli Anelli: Tolkien. Dopo le intense giornate di Aria di festa, San Daniele si prepara ad accogliere l'XI edizione di Hobbiton, la grande festa del popolo sostenitore della triade Il Signore degli Anelli: attesi da tutta Italia 15 mila tolkieniani, si punta a battere il record dell'anno scorso. Saranno tre i giorni dedicati alle rievocazioni del fantastico mondo descritto dallo storico medievalista inglese John Ronald Reuel Tolkien.BRL'inauguazione della manifestazione è in programma per domani, alle 16, subito dopo la quale il dottor Segatori terrà la conferenza L'Anello, la Vita, l'Impresa – Tolkien come educatore. Seguiranno altri due dibattiti, prima di In viaggio con Frodo, dalla Contea ad Osgiliath, scena d'animazione ispirata al Signore degli Anelli, che sarà presentata, alle 20, dall'associazione Corte delle Spade di Imola. La serata proseguirà alle 21 con i Myrddin che si esibiranno in un concerto basato su poesie e testi di Tolkien, e si concluderà alle 24 con i Lingalad, i quali proporranno Sussurri intorno al fuoco. BRLa mattinata di sabato sarà interamente dedicata a conferenze sulle tematiche relative al monodo degli hobbit, ma l'evento clou del giorno sarà alle 15, quando i rappresentanti delle Società Tolkeniane inglese belga, francese e tedesca incontreranno il pubblico. Alle 20 appuntamento con la rievocazione in costume del gruppo storioco Vis Ferri che presenterà Il fosso di Helm, scena d'arme e d'animazione ispirata al Signore degli Anelli. La serata sarà animata, inoltre, dal concerto della band irlandese Dubhlinn.BRL'ulitima giornata della rassegna sarà dedicata alla presentazione della revisione del libro di Tolkien Lo hobbit, alle 10.40 e, dalle 11, avrà luogo la conferenza della professoressa Tranchina Tradizioni e miti d'Europa nella scuola del 3° millennio. Nei pomeriggi dei tre giorni, sul prato del castello, sarà sempre possibile ascoltare la musica dei Carantan, dei Lingalad e dei Myrddin, nonchè partecipare alle danze proposte dal gruppo Il Salterio. In occasione della kermesse fantasy sarà anche allestita la mostra Un leggero fruscio fra le foglie – immagini di elfi e figure fantastiche, curata dallo studio Orione di Torino che presenterà anche il libro Merophiel — tra sole, luna e sette stelle. Insomma una tre giorni che permetterà, a chi non conosce il mondo degli hobbit, di capire qual'è il leit motiv che stimola tanti appassionati a cercare di riviere e riscoprire il mondo di Tolkien. /I/BB(e.c.)