La Via di Natale ricorda Gallini

Il 28 marzo ricorre il secondo anniversario della morte di Franco Gallini e gli operatori dell'hospice Via di Natale vorremmo ricordare la sua figura. Il vuoto che ha lasciato è grande - si afferma in una nota inviata agli organi di informazione - ma non possiamo dimenticare cio che Franco ci ha insegnato e che continuiamo a portare avanti. Vogliamo ricordare di lui tre cose: il suo spirito carismatico che gli consentiva di trascinare le persone quando decideva di fare qualcosa e riusciva a convincere tutti che la sua idea era buona e si doveva andare avanti; la sua straordinaria generosità, una delle doti che diventano sempre più rare (basti pensare ai 25 anni dedicati alla Via di Natale), la sua concretezza: non era un uomo che amava troppi discorsi filosofici, ma voleva fare, realizzare, far sì che alle idee seguissero le opere e, possibilmente, in tempi brevi. Questo è il nostro commosso ricordo.BRFranco Gallini, fondatore della Via di Natale, morì all'età di 65 anni nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Pordenone, dove era stato accolto in seguito all'improvviso aggravarsi delle sue condizioni di salute. Caduto in coma, non si era più ripreso.