Mendoza al Real Toppo

Denis Mendoza è tornato: l'ex tecnico del Pordenone, nonché apprezzato giocatore di serie A, che nella scorsa stagione sportiva aveva condotto il Real Toppo in Seconda categoria, ha deciso di risedersi sulla panchina realista. Infatti, mister Emilio Crovato, arrivato in estate, si è dimesso durante la settimana, a causa degli scarsi risultati ottenuti nelle prime undici giornate del campionato (soltanto 5 punti e 12 gol fatti a fronte dei 27 subiti). Mendoza, spinto anche dall'amicizia che lo lega alla dirigenza realista, ha deciso così di ributtarsi nella mischia, per portare alla salvezza Piccoli e compagni, attualmente ultimi in classifica nel girone A. L'esordio in panchina è previsto per oggi in casa, contro la vicecapolista Fiume Veneto: un inizio impegnativo.
Il big match si gioca però a Sant'Antonio di Porcia, dove la capolista affronta la terza forza del campionato, la Liventina di mister Erodi, che necessita di rilanciarsi in classifica. Polcenigo - Vigonovo/Ranzano e Pro San Martino - Sesto/Bagnarola sono state giocate ieri, mentre l'altra terza in classifica Doria/Zoppola è attesa dalla supersfida in trasferta con il Pravisdomini (a un punto dai doriani). Il Vallenoncello, penultimo, domenica scorsa con il Vigonovo/Ranzano ha centrato la prima vittoria stagionale, e oggi affronta tra le mura amiche l'Unione Smt, reduce dalla gara con gli arancioneri del Sant'Antonio.
Chiudono il quadro due sfide dirette per la seconda colonna della classifica. Il Corva, ottavo con 13 punti, ospita il San Quirino, vittorioso sette giorni fa sul Real Toppo, mentre il Maniagolibero, che ha recentemente stoppato la corsa del Sesto/Bagnarola (2-2), affronta in Pedemontana il Prata di mister Brunzin, al quale necessitano punti vitali per rialzare lo score in classifica.
Davide Francescutti