Agrigento, il mare sta divorando la costa: le immagini della Ss 640

video La natura si riprende ciò che è stato rubato ad Agrigento. L’erosione costiera che prima ha inghiottito spiagge e chioschi, adesso rischia di far crollare un intero tratto di strada lungo la Ss. 640 nel percorso che da Agrigento conduce a Porto Empedocle, l’unico aperto per i mezzi pesanti. A lanciare l’allarme è l’associazione MareAmico di Agrigento che per mezzo di un drone ha fotografato la situazione di emergenza nei pressi della statale interessata, in un tratto di costa dove su 28 km ben 15 sono a rischio crollo. La situazione non è migliore a Licata, lungo la Ss. 115, dove l’erosione costiera sta provocando diversi problemi alla spiaggia e alle strade. A vedere però i primi effetti dell’erosione e del dissesto idrogeologico sono però oggi i paesi sul mare, come la stessa Agrigento: nel tratto di mare di San Leone la costa ha già inghiottito alcuni chioschi, portando con sé anche parte della pista ciclabile. In questa frazione, così come a Zingarello e a Punta Bianca, dove a contribuire all’erosione c’è anche l’esercito che utilizza una delle zone più affascinanti della costa come luogo di esercitazione. Proseguendo lungo la costa la situazione è ormai drammatica ad Eraclea Minoa, dove il mare ha portato via 150 metri di spiaggia inghiottendo anche il bosco adiacente e i chioschi che sorgevano nella zona, cancellando un affascinante luogo turistico. Non se la passa meglio Sciacca, dove il mare ha già fatto crollare una strada in località San Giorgio, rendendo irraggiungibili le abitazioni estive. di Alan David Scifo,video da Youtube