Bobo Rondelli e Simone Lenzi festeggiano con De André la riconquista di Livorno

video Chitarra voce e qualche strofa improvvisata. Sulle note de "La canzone dell'amore perduto" di Fabrizio De Andrè il cantautore Bobo Rondelli e lo scrittore Simone Lenzi, entrambi livornesi, hanno "festeggiato" a loro modo la vittoria del centrosinistra in città. Luca Salvetti, giornalista e candidato della colazione di centrosinistra, ha battuto l'ispettore di polizia Andrea Romiti, (espressione di Fratelli d'Italia e sostenuto da Lega e Forza Italia) riconquistando così la guida di Palazzo Civico dopo cinque anni di amministrazione targata Movimento Cinque Stelle. Pochi giorni Bobo Rondelli, molletta sul naso e cuffia da piscina, era stato protagonista di un altro video su Instagram in cui aveva invitato i suoi concittadini a sostenere il Pd.

Tav, Salvini: "Se Ue paga il 55% opera va fatta. Toninelli? Sbloccatore di opere senza pari"

video "Mi auguro che oggi arrivino milioni di sì per Luigi Di Maio sulla piattaforma Rousseau e poi arrivino tanti altri sì alle nostre proposte per mandare avanti il Paese". Ha accettato le dimissioni del sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi il vicepremier della Lega Matteo Salvini, rispettando il contratto, ma ora lancia la palla al Movimento Cinque Stelle. "Flat Tax, sospensione del codice degli appalti per due anni e Tav vanno fatte", parla chiaro il leghista, sperando che dall'alleato di governo non ci sia opposizione. "Sono ottimista per natura", conclude Salvini.video di Camilla Romana Bruno

Europee, Di Battista: "Più grande scoppola del Movimento, ma su Di Maio nessun dubbio"

video Sono stati chiamati tutti a raccolta da Luigi Di Maio al Mise i big del Movimento Cinque Stelle. Da Alfonso Bonafede a Riccardo Fraccaro, insieme a Stefano Buffagni e Vincenzo Spadafora. Anche l'ex deputato M5S Alessandro Di Battista ha partecipato alla riunione per analizzare il risultato negativo delle elezioni europee. "Di Maio non è in discussione, io non sono come Renzi con Letta", scandisce Di Battista lasciando il Mise in motorino, accompagnato dal senatore Gianluigi Paragone. "Si vince e si perde tutti insieme, è stata la più grande scoppola del Movimento da quando siamo nati e tutti abbiamo le nostre responsabilità", prosegue l'ex deputato grillino. "In cosa ha sbagliato il partito? Nel non avere un atteggiamento intransigente nei confronti della Lega quando tira fuori delle boutades", puntualizza Di Battista. "Il governo deve andare avanti, ma questo deve restare il nostro atteggiamento nei confronti dell'alleato".Video di Camilla Romana Bruno

Europee, Di Maio: "Abbiamo sempre trattato Lega alla pari, per me non cambia niente"

video "Non rinunceremo mai a dire in questo governo quello su cui non siamo d'accordo. Ho trattato sempre la Lega alla pari, da oggi per me non cambia niente, continuiamo a lavorare con lealtà sugli obiettivi che sono nel contratto di governo". Sono parole chiare quelle che il vicepremier Luigi Di Maio rivolge all'alleato di governo Matteo Salvini che, all'indomani del risultato positivo delle elezioni Europee, ha rivendicato il bisogno di più 'sì' da parte del Movimento Cinque Stelle su quelle che sono le priorità della Lega, ovvero Tav, autonomie e flat tax. "Il dossier Tav è nelle mani del presidente del Consiglio che lo sta seguendo da oltre un mese. Nel contratto di governo è scritto chiaramente l'obiettivo del governo sulla Tav Torino Lione", ha puntualizzato Di Maio. Video di Camilla Romana Bruno

Renzi incontra il ragazzo che chiese a Salvini dei 49 milioni: "La resistenza si fa con il sorriso"

video E' tornato a Roma per parlare con i giovani, Matteo Renzi, alla manifestazione nazionale dei Millennials. Ha parlato della "cultura dell'odio che accomuna la Lega con il Movimento Cinque Stelle". Un odio a cui, a detta di Renzi, bisogna rispondere con il sorriso e l'ironia: "Avete visto quanti striscioni? Avete visto i selfie beffa con Salvini?". E ad ascoltarlo, tra i Millennials, c'è proprio il ragazzo che, a Salerno, si avvicinò al ministro dell'Interno fingendo di volere il solito selfie post comizio, e gli chiese che fine avessero fatto i 49 milioni della Lega, video diventato virale.Video Camilla Romana Bruno

Le interviste ai candidati

article In vista del rinnovo elettorale del Parlamento europeo, che chiamerà i cittadini alle urne domenica 26 maggio, il nostro giornale intervista i candidati delle forze politiche più rappresentative in lizza nella circoscrizione Nord-Est. Dopo il leghista Gianantonio Da Re e di Valerio Zoggia (Forza ...

Crozza-Di Battista e la sua nuova vita da falegname: "Con Sara facciamo le code di rondine"

video Nel corso della puntata di Fratelli di Crozza, in onda su Nove, Crozza/Di Battista racconta la sua nuova vita da falegname: "Ho imparato a fare gli innesti a coda di rondine, sono una cosa in cui credo". Il deputato del Movimento Cinque Stelle confida i suoi dubbi: "Non so se c'ho voglia di fare il falegname, segare, tagliare, respirare la segatura". E mostra i soprendenti risultati del suo lavoro. Video: Nove

Dl armi, Bonafede: "Non ha nulla a che fare con legittima difesa. Mai in Italia legge su libera circolazione"

video "Nessun esponente del Movimento Cinque Stelle voterà mai una proposta di legge di quel tipo, concordo con Luigi Di Maio". Parole chiare quelle del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine di un convegno alla Corte d'appello di Roma, sulla proposta di legge della Lega in materia di armi. Parole che seguono le dichiarazione di questa mattina del vicepremier dagli Usa. "Tale proposta - aggiunge il Guardasigilli - non ha nulla a che vedere con la legge sulla legittima difesa che abbiamo approvato ieri, che rivendico e che ha come obiettivo evitare che un cittadino che si è difeso legittimamente debba affrontare un calvario giudiziario". E a chi chiede se la Lega potrà tentare di trovare una maggioranza alternativa in Parlamento per far passare questa proposta, Bonafede taglia corto: "Le armi non sono nel contratto di governo". video di Camilla Romana Bruno

Digitando l'indirizzo M5s.it si apre il sito della Lega

video Non si tratta del sito ufficiale del Movimento Cinque Stelle, ma l’effetto è garantito. Chi vuole accedere al sito www.m5s.it si trova infatti di fronte una sorpresa. Ovvero: viene reindirizzato sul sito della Lega Nord. Al sorpasso nei sondaggi, e alle accuse di chi vuole i 5S politicamente nelle mani del ministro dell’Interno, si aggiunge anche la beffa digitale. L’autore della boutade è ancora senza nome. Ma nelle ultime ore centinaia di utenti in rete stanno “diffondendo” lo scherzo ai danni dei 5Stelle.