San Fruttuoso, i sub delle forze dell'ordine ripuliscono il Cristo degli Abissi

video

Operazione “maquillage” per la statua del Cristo degli Abissi, bene culturale tutelato dalla Soprintendenza che è stata interessata, nella giornata di ieri, dalle operazioni subacquee di conservazione. All’intervento, ideato e coordinato dal Servizio Tecnico di Archeologia Subacquea (STAS) dalla stessa Soprintendenza insieme ai Vigili del Fuoco che hanno messo a disposizione i mezzi tecnici, hanno partecipato i Nuclei Sommozzatori della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Guardia Costiera, della Polizia di Stato (CNES), della Marina Militare (COMSUBIN). Un'operazione molto particolare, senza aggravio di spesa per la collettività, che si inserisce nelle previste esercitazioni di tutte le forze coinvolte, che sono tenute a mantenere costante il livello dell'operatività subacquea in vista di possibili emergenze. Tra le novità il fatto che, per la prima volta quest’anno hanno partecipato anche i biologi marini subacquei dell’ARPAL (Agenzia Regionale Protezione dell’Ambiente Ligure), specialisti nello studio e tipizzazione del biofouling che si insedia sulla superficie bronzea della scultura.(di Fabrizio Cerignale)

Esplosione spettacolare in mare a Bacoli: duecento chili di esplosivo sollevano colonna d'acqua

video I palombari della Marina militare, in collaborazione con la Guardia costiera di Pozzuoli guidata dal comandante Marco Ruberto, hanno fatto brillare un ordigno bellico rintracciato nei fondali di Bacoli. Rimossa e distrutta una P200: una mina subacquea ad urtanti della Seconda Guerra Mondiale, contenente 200 chili di esplosivo, nelle acque antistanti Capo Miseno. Al lavoro i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Nucleo S.D.A.I.  (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Napoli. di Anna Laura De Rosavideo della Marina militare

Migranti, Renzi: "Disumano quel che accade in America. L'Italia non diventi così"

video Il senatore del Pd Matteo Renzi, in diretta Facebook da Firenze, con Santa Maria Novella sullo sfondo, commenta le notizie sul trattamento riservato ai migranti alla frontiera Usa-Messico. Si dichiara "umanamente colpito" e definisce la politica adottata dall'amministrazione Trump, quella della separazione dei bambini dai genitori, una "pratica disumana". "Vorrei che l'Italia non diventasse così", continua l'ex premier che poi si rivolge direttamente al ministro dell'Interno, Matteo Salvini. "Dice che vuole fermare le Ong", conclude, "ma la stragrande maggioranza degli arrivi dei migranti avviene attraverso le strutture istituzionali, come la Marina militare, che noi dobbiamo solo ringraziare" Facebook/ Matteo Renzi

Aquarius, il racconto del traduttore: ''Alcuni migranti si lamentavano del trattamento sulle navi italiane''

video Abdel è stato uno dei 400 traduttori volontari coinvolti nelle operazioni di sbarco dei migranti giunti a Valencia a bordo della Aquarius, della Dattilo (Guardia Costiera) e della Orione (Marina Militare). Lui in particolare si è occupato delle traduzioni in lingua araba e la sua testimonianza racconta di alcune lamentele mosse da migranti imbarcati sulle navi militari italiane. "E' una storia che mi ha colpito. Diverse persone si sono lamentate di come sono state trattate a bordo delle navi italiane - ha detto il traduttore -. Ho sentito dire che li hanno lasciati dormire senza coperte, cose così. Ad altri invece è andata meglio". "L'arrivo a terra? Non erano tanto rilassati o distesi, ma avevano il sorriso che diceva molto, quello di chi pensa 'mi sono salvato, sono sopravvissuto", ha aggiunto. di Francesco Giovannetti

Palermo, arriva la Amerigo Vespucci: ecco la "nave più bella del mondo"

video E' arrivata alle otto del mattino la Amerigo Vespucci al porto di Palermo, la nave che è stata definita “la più bella del mondo”. La nave scuola della Marina militare torna in città dopo 20 anni, fino all’11 giugno, resterà ormeggiata alla banchina Vittorio Veneto e potrà essere visitata da grandi e piccoli. La nave, 101 metri di lunghezza, costruita nel 1931, sarà aperta alle visite a bordo per tutto il weekend: oggi dalle 15 alle 19; sabato dalle 11 alle 12,30 e dalle 15 alle 17,30, e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 19. Giada Lo Porto

Camera, Fico e la fidanzata Yvonne aprono le porte di Montecitorio: "Sarò il presidente di tutti"

video La prima giornata di apertura al pubblico di palazzo Montecitorio con l'inizio della nuova legislatura, ha visto la partecipazione del neo eletto presidente della Camera, Roberto Fico accompagnato dalla fidanzata Yvonne De Rosa. Dopo il consueto concerto della banda musicale della Marina militare, Fico ha accolto alcuni gruppi di cittadini nell'aula di Montecitorio. "Non mi vedrete mai di parte come presidente della Camera dei Deputati" - ha detto Fico rispondendo ad un cittadino - "Ho un senso profondo dello Stato e cercherò di rispettare questo luogo in tutti i modi possibili".di Martina Martelloni

Taranto, il ponte girevole compie 60 anni: festa per l'apertura straordinaria

video Compie 60 anni il ponte girevole di Taranto, uno dei simboli della città. Si tratta di una struttura metallica lunga quasi 90 metri e larga più di 9, con due corsie stradali, che collega l'isola della Città vecchia al Borgo Umbertino. Per festeggiare la ricorrenza, la Marina Militare ha organizzato una mostra fotografica e l’apertura straordinaria del Ponte Girevole col transito della nave Andrea Doria in ingresso e in uscita dal bacino di Mar Piccolo. Al passaggio della nave da guerra, salutato dallo sparo di alcune salve dal Castello Aragonese, addobbato con bandiere e striscioni tricolori, hanno assistito migliaia di persone. L’evento è stato accompagnato dalla Fanfara della Marina militare. Il ponte esiste in realtà fin dal maggio del 1887, voluto all’epoca dall’ammiraglio Ferdinando Acton. L’attuale struttura, invece, fu inaugurata nel 1958, Anche Gabriele D’Annunzio dedicò alcuni versi al ponte girevole di Taranto: “Non balena sul Mar Grande né tuona. Ma sul ferrato cardine il tuo Ponte gira e del ferro il tuo Canal rintrona" (Vittorio Ricapito)

La bonifica del relitto austroungarico al largo di Grado

video Ventotto ore di immersione, 84 proiettili da cannone da 104 millimetri, 92 proiettili da cannone da 76, otre duemila pallottole sono il risultato della prima fase di bonifica del relitto del trabaccolo austroungarico affondato nel novembre del 1917 e ritrovato casualmente nel novembre scorso durante un'immersione scientifica nel corso della realizzazione di un documentario sulla Grande guerra in Adriatico. La Marina militare ha illustrato il lavoro in corso da parte dei palombari del Comsubin, che in queste settimane stanno lavorando alla bonifica del relitto recuperando il carico di munizioni allora destinato alla prima linea del fronte. Nel video le immagini subacquee realizzate sul relitto dagli uomini del Gos, il Gruppo operativo subacquei del Comsubin.

Sottomarino scomparso, a bordo la prima donna ufficiale del Sudamerica

video C'è anche Eliana Maria Krawczyk, 34 anni, prima donna ufficiale del Sudamerica, a bordo del sottomarino disperso da mercoledì scorso nelle acque della Patagonia con 44 membri dell'equipaggio a bordo. In questo video girato nel gennaio 2017 dalla Marina militare argentina la donna raccontava perché aveva scelto di arruolarsi nel 2004. ''A tutte le donne che vogliono farlo dico di non aver paura, possiamo fare tutto quello che fanno gli uomini'

Venezia, vi portiamo a bordo dell'Amerigo Vespucci

video VENEZIA. Tutti innamorati dell'Amerigo Vespucci, pronti a fare due ore di coda pur di visitare lo splendido veliero, nave scuola della Marina Militare. Vi portiamo a bordo della nave, che resterà ormeggiata in Riva dell'Arsenale fino al 20 ottobre e si potrà visitare anche giovedì 19, dalle 14.30 alle 18. (video realizzato con le foto di Lorenzo Pòrcile e Interpress). Qui articolo, foto e video sulla visita a Venezia della nave più amata.

Taranto, bomba della Seconda guerra mondiale esplode in mare a Campomarino

video I palombari del Gruppo operativo subacquei del Comando subacquei e incursori della Marina militare distaccati a Taranto hanno portato a termine "una delicata operazione subacquea nelle acque antistanti Campomarino", una fra le più rinomate località balneari della costa jonica, "per neutralizzare un pericoloso ordigno esplosivo", si legge in una nota. "I palombari si sono immersi per ricercare ed effettuare il riconoscimento dell'oggetto segnalato, trovato a 6 metri di profondità e a 20 metri dalla costa, identificato come una bomba d'aereo da 100 libbre risalente alla Seconda guerra mondiale. L'ordigno è stato quindi rimorchiato, tenendolo a distanza di sicurezza, fino a giungere in un'area in cui sono state condotte le operazioni subacquee che ne hanno permesso il brillamento"