IN BREVE

ISTITUTI DI CREDITO Ipotesi fusione Banca Nuova in Bpvi Dopo il Banco di Sicilia anche la sede legale di Banca Nuova, azienda già controllata dal gruppo Bpvi, con oltre 100 sportelli e circa mille dipendenti, pare finire al Nord. Ci sarebbe allo studio un dossier di fusione per incorpora

Per 30 anni l’uomo di tutte le mediazioni

MILANO. Cesare Geronzi è stato, per quasi trent’anni, l’uomo di tutte le mediazioni. Ha fatto affari e prestato soldi un po’ a tutti. Aveva gli avvocati di sinistra (gli studi di Giuliano Vassalli e Guido Calvi, ex ministro socialista il primo e deputato diesse il secondo), ma prestava s

Gigi Furini

Fondazioni, vertice a Treviso

TREVISO. Vertice tra le fondazioni azioniste di Unicredit, ieri a Treviso, con i vertici di Cassamarca a fare da padroni di casa. Dopo la visita alla mostra della collezione di pittura di Cassamarca è seguita una colazione per uno scambio di idee a tutto campo. Presenti tutti i president

La Borsa teme l’abbandono di Profumo

MILANO. Si stringono i tempi per il nuovo assetto della galassia Mediobanca Generali Unicredit Intesa San Paolo. Ieri si è riunito nuovamente il comitato strategico di Unicredit, la banca guidata da Alessandro Profumo: un primo round che si ripeterà altre due volte prima del nuovo consig

Andrea Di Stefano

Unicredit verso il riassetto

MILANO. Si sta completando il mosaico del complesso riassetto della finanza italiana che ruota intorno a Unicredit e Intesa e ai due gruppi finanziari per eccellenza, Mediobanca e Generali. La presidenza di Cesare Geronzi a Trieste e il ruolo sempre più forte nel cda del gruppo Rcs Corr

Andrea Di Stefano

Unicredit, è scontro Fondazioni-Profumo

VENEZIA. È scontro tra l’a.d. di Unicredit, Alessandro Profumo, e le fondazioni azioniste sul progetto banca unica. In vista del Cda in programma oggi, le fondazioni - guidate, nel dissenso, da Fondazione Cariverona e Crt secondo quanto riportano fonti sindacali - sono in pressing su Pro

Intesa, ottima trimestrale

MILANO. Unicredit ha rinviato il progetto di fusione delle controllate in un’unica superbanca alla prossima riunione del consiglio di amministrazione, che ieri ha approvato la trimestrale (-0,6% a 2,5 euro in Borsa). Intanto i sindacati respingono la trasformazione del Banco di Sicilia i

Fondazioni: Rampl dia garanzie

VENEZIA. Le principali fondazioni azioniste di Unicredit si sono incontrate ieri a Milano per un primo esame del progetto di semplificazione organizzativa dell’istituto che dovrebbe portare alla creazione di un’unica banca, pur confermando il modello divisionale e mantenendo, in altra fo

Via libera alla «nuova» Unicredit

VENEZIA. Undici macroaree con un collegamento più stretto con il territorio 'presiedute” da un Unicredit che non sarà più una holding di coordinamento ma una banca unica che avrà funzioni di presidio vero e proprio delle attività operative: è su queste basi che si disegna la nuova s

Banca del Sud, tante incognite

Iveneti posso comprendere che senso ha una Banca del Sud? In tema di sistema bancario, il Nord ha certamente colonizzato il Sud. Ma mai colonizzazione vide i colonizzatori cosi restii a farla e i colonizzati cosi desiderosi di subirla. Perché la verità è che l’originario sistema bancario

Tremonti lancia la Banca del Mezzogiorno

ROMA. Si parte, con qualche attrito. Il consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge che darà vita alla 'Banca del Mezzogiorno”. Il progetto fa parte di quello che Berlusconi ha chiamato Piano per il Sud e sarà coordinato dal ministro dello Sviluppo Claudio Scajola. La de

Gigi Furini

Bankitalia blocca l’Irfis

VICENZA. Bankitalia nega a Bpvi l’autorizzazione per l’acquisto del 76,26% di Irfis dal Banco di Sicilia (BdS). La notizia era nell’aria e ieri, con una nota congiunta, Popolare di Vicenza e Unicredit (che controlla BdS) l’hanno ufficializzata. Il contratto, spiega la nota, non si è potu

Bpvi: freno a mano sull’Irfis

VICENZA. Per un no di Banca d’Italia o meno, l’operazione di acquisizione da parte del gruppo Popolare di Vicenza della quota di maggioranza, pari al 76,26%, dell’Irfis (l’istituto di mediocredito siciliano controllato dal gruppo Unicredit) pare destinata a tramontare. A rilanciare le in