Andria, auto rubate e armi: il blitz dall'alto sul capannone

video La polizia ha arrestato ad Andria Riccardo Scaringella, 46enne, ritenuto responsabile di detenzione abusiva di armi clandestine, rapina e ricettazione in concorso con altri soggetti al momento ignoti. L’arresto s’inserisce nell’ambito di un'inchiesta su furti e rapine di auto di grossa cilindrata e a danno di autotrasportatori. All’interno di un capannone nell’area industriale di Margherita di Savoia (Fg), sono state recuperate un'Alfa Romeo utilizzata per commettere una rapina, un'Audi A4 SW di provenienza estera, un giubbotto antiproiettile, una apparecchio Jammer, disturbatore di frequenze di elevato potenziale, nonché, abilmente occultati in un pozzetto, un fucile a pompa con matricola abrasa ed un fucile mitragliatore kalashnikov, con relativo munizionamento