'Un giorno di pioggia a New York', il ritorno di Woody Allen

video Dopo la controversia con Amazon che ha deciso di non distribuire l'ultimo film di Woody Allen, 'Un giorno di pioggia a New York' arriva nelle sale italiane a ottobre. Il film è una commedia romantica che racconta la storia di due fidanzatini del college, Gatsby (Timothée Chalamet) e Ashleigh (Elle Fanning), i cui piani per un weekend romantico da trascorrere insieme a New York vanno in fumo non appena mettono piede in città. I due, fin dal loro arrivo a New York, si ritrovano separati e si imbattono in una serie di incontri casuali e bizzarre avventure, ciascuno per proprio conto. Nel cast anche Jude Law, Selena Gomez, Liev Schreiber, Diego Luna.Lucky Red

Justin Timberlake versione boscaiolo: il suo lancio dell'ascia è quasi perfetto

video Più di 4 milioni di visualizzazioni in sole otto ore: questi i numeri dell'ultimo video postato sul proprio profilo instagram da Justin Timberlake. Il cantante e attore statunitense, che negli anni ha saputo spaziare tra importanti successi musicali e cinema d'autore (da 'In Time' di Andrew Niccol fino a all'ultimo 'Wonder Wheel' del maestro Woody Allen), si è infatti reso protagonista di una prodezza: per festeggiare il il 4 luglio la star ha sfidato la moglie Jessica Biel in una gara di lancio dell'ascia. Sui social ha postato il vieo in cui tenta il lancio contemporaneo di due asce verso altrettanti bersagli. Il colpo è di una precisione quasi chirurgica. I fan hanno apprezzato l'impresa e il post è diventato subito virale  Video da Instagram

Woody Allen, da Manhattan alla Scala: ''L'Europa mi ha sempre voluto bene''

video Woody Allen debutta alla Scala di Milano in una nuova veste, quella del regista d'opera. Il regista americano, infatti, porterà in scena la sua versione di "Gianni Schicchi" di Giacomo Puccini. "Mi sono ispirato al neorealismo italiano degli anni '50, come fosse un lavoro di De Sica o Fellini. L'Europa mi ha sempre voluto bene, anche quando i miei film in America non sono stati accolti benissimo, qui da voi erano un successo", ha spiegato Allen. "Ho sempre amato la lirica, ma per questioni di tempo non sono mai riuscito a finire di vedere un'opera: mi piacerebbe che mettessero in scena uno dopo l'altro tutti i terzi atti che mi sono perso in tutta la mia vita", ha concluso scherzando il regista newyorkese.Video di Antonio Nasso

Da “Loro” a “Dogman”, tutti i Nastri

article ROMA. Nastri “grandi firme” con una decina di registi in primo piano e una sfida a sette per regia e commedie. In pole position per il miglior film: “Loro” di Paolo Sorrentino, “Dogman” di Matteo Garrone, “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, “Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher e “A Ciambr...

Nastro d’Argento a Vittorio Storaro

article ROMA. Un Nastro d’Argento internazionale per la cinematografia a Vittorio Storaro e le nomination per i migliori tecnici dell’anno che saranno premiati il 29 maggio: li annunciano i giornalisti cinematografici, mentre una giuria di qualità è già impegnata nel voto, come tradizione, dopo il festiv...

La censura non è una risposta alle molestie

article A una colpa (le molestie) risponde una colpa contraria (la censura), in Italia e in Europa e in America si respira voglia di censura: bisogna boicottare il prossimo film di Woody Allen, l’editore Gallimard non deve ristampare le “Bagatelle” di Céline, è meglio che non arrivi in Italia l’edizione ...

di FERDINANDO CAMON