Migranti, Moavero: "Dobbiamo salvarli, ce lo dice l'umanità. Ma l'Europa latita"

video Interpellato sul tema migrazioni, in occasione di un dibattito con il parlamentare Leu Arturo Scotto sul palco della festa di Mdp, il ministro degli Esteri Moavero Milanesi punta il dito contro l'Unione, rivendicando però il dovere dell'Italia nel salvare i migranti in mare."I nostri nemici sono i trafficanti di esseri umani", ha detto Moavero, "Oggi però ci troviamo di fronte ad una Ue latitante, distratta, chiusa dove regnano gli egoismi nazionali. I migranti vanno salvati perché ce lo dice l'umanità, ce lo dice il diritto internazionale del mare da secoli". Sul dibattito sempre acceso circa il lavoro di salvataggio delle Ong, il ministro si è così espresso: "Le Ong svolgono un lavoro estremamente importante ma lo devono svolgere in stretta correlazione con le autorità degli Stati per non avere neppure l'ombra del sospetto che operino in coordinamento con i trafficanti".di Martina Martelloni

Caso Regeni, Moavero: "Non solo io, tutto il Paese vuole la verità"

video Il ministro degli Esteri Moavero Milanesi è intervenuto, dal palco della Festa del lavoro organizzata da Mdp a Roma, sul caso ancora irrisolto della morte di Giulio Regeni: "È una vicenda allucinante e atroce, che ha il mio impegno personale per arrivare alla soluzione e che non può essere messa in nessun modo come elemento di scambio di rapporti tra i due Paesi". Il ministro Moavero ha ricordato poi l'incontro avuto pochi mesi fa con la famiglia del ricercatore italiano ucciso in Egitto; "Il mio incontro con la famiglia è stato toccante - ha spiegato - Giulio era uno studente italiano che faceva onore al suo Paese e merita tutta la nostra solidarietà". di Martina Martelloni

Senza Titolo

PadovaMultiastraVia T. Aspetti, 21 199318009Sulla mia pelle 15.50-18.00Isis, Tomorrow. The Lost souls of Mosul 20.30La Profezia dell'Armadillo 18.10Saremo Giovani e Bellissimi 16.00-20.20Un affare di famiglia 15.40-17.50-20.10EsperiaVia Chiesanuova, 130 049-8722711Il maestro di violino 18.30Lucky 21

Era ubriaco l'automobilista che ha investito Zanotto

Cristina Salvato / SELVAZZANOEra di Luciano Zanotto il corpo dilaniato nell'impatto contro una vettura, venerdì sera in via Pelosa a Caselle di Selvazzano. Gli agenti di polizia locale lo hanno identificato e nel cuore della notte hanno avvertito la famiglia. L'uomo, che a gennaio aveva compiuto 73

Bergoglio butta giù un muro È quello tra Vaticano e Cina

Mariaelena Finessi / ROMAMentre il Papa atterrava a Vilnius, prima tappa del viaggio apostolico nei Paesi Baltici, il Vaticano e il governo di Pechino diffondevano ieri, in contemporanea, un comunicato stampa per annunciare una firma storica: quella di un «accordo provvisorio sulla nomina dei vescov

Veneto Strade sistemerà la Regionale 11 a Sarmeola

RUBANOBuone notizie per il tratto di regionale 11 che attraversa Sarmeola di Rubano: Veneto Strade ha messo a bilancio la sistemazione dei numerosi avvallamenti che la rendono pericolosa. «L'altro giorno, grazie anche al consigliere regionale Claudio Sinigaglia, ho incontrato il direttore generale d

Gli agenti Bernhard e Turco cavalieri

Gli agenti Filippo Bernhard, in servizio alla Digos, e il collega Andrea Turco, della Polizia stradale, hanno ricevuto la lettera del Prefetto che li informa di essere stati nominati cavalieri della Repubblica. Un riconoscimento all'encomiabile servizio svolto nella Polizia dai due agenti arruolati

Il derby d'Italia si tinge ancora di tuttonero

Simone Varroto / padovaIl derby d'Italia si tinge ancora di tuttonero. Ieri allo stadio Plebiscito l'Argos Petrarca ha avuto la meglio 16-0 sul Femi Cz Rovigo nella 163ma edizione della partita più giocata del massimo campionato italiano. Il XV di Andrea Marcato e Augusto Allori si aggiudica così il

Senza Titolo

Nozze d'oro per Paola Coppiello e Franco Pegoraro, che festeggiano i cinquant'anni dal loro primo sì, pronunciato il 21 settembre 1968 nella chiesa di Ponte di Brenta, dove tutt'ora risiedono. Li festeggiano oggi i tre figli Roberto, Michele e Stefania, insieme a nuore, genero e nipoti arrivati in q

Infarto mentre si allena Stroncato un cardiologo

«Come è potuto succedere?». Elena ha il viso rigato dalle lacrime mentre sfoglia le foto del padre salvate nel telefonino. Marco Zennaro, 59 anni, cardiologo padovano che lavorava all'ospedale di Cittadella, uomo atletico e appassionato di jogging e Tai Chi, è stato stroncato da un infarto proprio m