Per Strano resta l’obbligo di dimora

SACC0LONGO Per il 51enne imprenditore di Saccolongo Sebastiano Strano, coinvolto nell’indagine per la corruzione in Regione nella gestione di forestazione e discariche, rimane l’obbligo di dimora, così come aveva disposto un mese fa il giudice veneziano Roberta Marchiori. Ieri, infatti, il

Senza Titolo

di Carlo Mion wVENEZIA In Veneto, nell’éra Galan, ha proliferato il malaffare: hanno rubato i politici, ma pure i dirigenti della Regione e dall’affare non si sono tirati indietro nemmeno tanti imprenditori presi a modello del Veneto che produce. L’operazione “Buondì”, che ieri ha portato

Il pm Gava voleva il carcere No del gip

VENEZIA. Il pubblico ministero Giorgio Gava avrebbe voluto in carcere il dirigente della Regione Fabio Fiore e agli arresti domiciliari l'architetto Maria Dei Svaldi e l'imprenditore Sebastiano Strano. Invece, la giudice per le indagini preliminari Roberta Marchiori ha deciso per una misur