Caso Consip, Renzi: "Carabinieri sospesi? Vicenda enorme, evidente che non finirà qui"

video Nel corso di un incontro alla Luiss di Roma, il segretario del Pd Matteo Renzi risponde a una domanda sugli ultimi sviluppi del cosiddetto caso Consip che hanno portato alla sospensione dal servizio degli ex ufficiali del Noe Giampaolo Scafarto e Alessandro Sessa. Il provvedimento è stato adottato dopo la notizia che i due carabinieri avrebbero cancellato alcune chat di WhatsApp dove si scambiavano informazioni circa l'inchiesta che gli riguarda per le presunte irregolarità commesse durante le indagini sugli appalti della centrale degli acquisti pubblicidi Marco Billeci

Maastricht, Cottarelli: "La proposta di Renzi mi pare rischiosa"

video "Fissare un obiettivo al 3% in un momento in cui stiamo crescendo in maniera abbastanza decente e in cui abbiamo un debito pubblico del 132% del PIL, il più alto in Europa dopo la Grecia, a me sembra sbagliato”. L'ex commissario straordinario alla spending review, a Circo Massimo, su Radio Capital intervistato da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto risponde così alle domande sulla proposta di Matteo Renzi di tornare agli accordi di Maastricht

Como, la sinistra si riscopre unita per dire 'no' a nuovi e vecchi fascismi

video Centinaia di persone in piazza, i ministri ai piedi del palco. Così, da Como, è stato lanciato il 'no' a nuovi e vecchi fascismi. Matteo Renzi, arrivato accompagnato dal ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, non ha voluto parlare. Lo ha fatto invece il Ministro Martina che ha attaccato Salvini: "Non è un gioco di quattro ragazzi, mi fa paura chi ragiona come il leader della Lega". Presente anche la segretaria della Cgil, Camusso: "Mi sorprende chi non c'è. Sui valori antifascisti dovremmo riconoscerci tutti". Lasciando Como, la presidente della Camera Boldrini, ha commentato: "Me ne vado più serena. Questa piazza mi ha rinfrancato".di Francesco Gilioli

Manifestazione a Como, Martina: ''Neofascismo non è il gioco di quattro ragazzi''

video Una piazza colorata e chiassosa ha condannato, a Como, i rigurgiti fascisti che in varie parti d'Italia vorrbero mettere in discussione i valori democratici su cui si fonda la Repubblica. Nessun ministro ha parlato dal palco: a margine hanno spiegato le ragioni della loro presenza. "Mi fa paura Salvini - ha affermato Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole - che prova a ridurre questi fenomeni al gioco di quattro ragazzi. Non è così". Alla manifestazione erano presenti, fra gli altri, anche Laura Boldrini, Matteo Renzi e Susanna Camusso. di Francesco Gilioli

Biotestamento, Renzi: "Serve una discussione più umana"

video "Credo che martedì il presidente dei senatori Pd, Zanda, chiederà di calendarizzarla, poi non so se il M5S la voterà, alla fine si sono sempre sfilati". Lo ha detto il segretario del Pd, Matteo Renzi, ospite di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto a Circo Massimo su Radio Capital. "Sarebbe bello se la discussione non fosse basata sulle appartenenze politiche". E sullo ius soli ha aggiunto: "Noi non ammainiamo la bandiera sulla norma"

Banche, Renzi: "Il problema non è mai stato il Pd"

video “Chi è intellettualmente onesto deve riconoscere che la battaglia che aveva fatto il mio partito non era basata su simpatie e antipatie, ma su dati di fatto. Sulla commissione di inchiesta sulle banche avevamo ragione nel dire che qualcosa non ha funzionato". Risponde così il segretario del Matteo Renzi a Circo Massimo su Radio Capital alle domande di Jean Paul Bellotto e Massimo Giannini sul caso Bance e sul ruolo della Banca d'Italia

Fabio Volo: "Sono in cima alle classifiche ma non ho tempo per leggere"

video Incontriamo Fabio Volo in una mattina particolare è molto teso, è reduce da una serata di presentazione del suo nuovo libro ('Quando tutto inizia', Mondadori, uscito da neanche un mese e già in testa alle classifiche), in cui infastidito dall’essersi trovato al centro di un 'comizio politico' inaspettato, era ospite a Serralunga della fondazione Mirafiore di Oscar Farinetti a cui a sorpresa si è aggiunto Matteo Renzi , ha deciso di lasciare la sala, ma ha poi chiesto scusa ai suoi lettori, che rispetta profondamente. Vuole che l'argomento ius soli che ha a cuore, sia tassativamente lasciato da parte perché "non hai idea di quanto ci ho messo a scrivere questo libro ed è solo di questo che voglio parlare", insomma non vuole essere strumentalizzato. Fabio è cambiato, così come è cambiata la sua vita: ha una compagna islandese Johanna e due figli piccoli. Ma il libro raccontata di un tradimento: "In realtà è una storia d'amore che fa riflettere sulla differenza tra l’io e il noi: noi inteso come famiglia, ma anche come società. Sul difficile equilibrio tra i sacrifici che facciamo per realizzarci in pieno, come persone e nel lavoro, e quelli che siamo disposti a fare per gli altri: amici, moglie, marito, figli.." di Valentina Tosoni Video Edoardo Bianchi

Leopolda, Renzi: "Quelli del clan Spada sono degli animali"

video Non ci è andato leggero, nel corso del suo intervento alla stazione Leopolda di Firenze, il segretario dem Matteo Renzi quando ha voluto spendere alcune parole sulle vicende di Ostia. "In un Paese in cui i giornalisti vengono presi a testate, noi siamo dalla parte dei giornalisti, sempre. Rispettate i giornalisti, anche quando scrivono articoli che non vi piacciono - ha detto l'ex premier - Questa è la differenza tra persone civili e gli animali, come il clan Spada, animali"di Francesco Giovannetti e Andrea Lattanzi

Leopolda, Renzi: "Vogliamo estendere gli 80 euro alle famiglie con figli"

video E' questo l'annuncio forte dell'intervento con cui il segretario dem Matteo Renzi ha chiuso la kermesse del Pd alla stazione Leopolda di Firenze. "Gli 80 euro non vanno cancellati, abbiamo bisogno di estenderli innanzitutto alle famiglie che hanno figli - ha detto l'ex premier - In Italia siamo sotto il mezzo milione di nuovi nati, e quando nasce il secondo, il terzo figlio, una famiglia normale rischia di andare sotto la soglia di povertà. Se non si fanno più figli, il paese non ha futuro"di Francesco Giovannetti e Andrea Lattanzi

Leopolda, Renzi: "Fake news? Sgamati Lega e 5S. Ogni 15 giorni report su schifezze"

video Nel corso del suo intervento conclusivo alla stazione Leopolda di Firenze, il segreteria del Pd Matteo Renzi è tornato a parlare di fake news, attaccando duramente gli avversari del M5s e del Carroccio. "Grillini e Lega escono con gli stessi codici nell'advertising dei social. Usano le stesse tubature della rete - ha detto Renzi - Noi non pensiamo a nuove leggi, figuriamoci a fine legislatura, ma ogni 15 giorni il Pd presenterà un rapporto ufficiale sulle schifezze in rete"di Francesco Giovannetti e Andrea Lattanzi

Leopolda, Renzi: "Referendum sconfitta, ma lo rifarei e oggi siamo più forti"

video Matteo Renzi apre il suo intervento alla stazione Leopolda di Firenze ricordando la sconfitta referendaria. "Dobbiamo partire da ciò che ci ha bruciato, cioè la sconfitta del 4 dicembre. Abbiamo perso e non siamo come Berlusconi che ogni volta che perde dà la colpa a qualcuno, o come il M5s che parla di complotto - ha detto Renzi - Vi invito all'onestà intellettuale: noi abbiamo perso quella sfida, ma io la rifarei oggi, perché non era una battaglia per il premier più forte, era una battaglia per i nostri figli".di Francesco Giovannetti e Andrea Lattanzi

Leopolda, gridò "fuori, fuori" a D'Alema, Geppino: "Spumante per la scissione"

video Geppino Carlomagno alla scorsa edizione della Leopolda divenne celebre per aver lanciato il discusso coro "fuori, fuori" mentre il segretario Matteo Renzi parlava dell'allora minoranza Pd. A scissione avvenuta, l'ex militante Dc, tornato in prima fila alla stazione di Firenze, rivendica con orgoglio quel coro. "La mia era solo una battuta ma mi hanno preso in parola. Sono contentissimo, ho stappato anche lo spumante", afferma Geppino. Coalizione? "Ci hanno fatto perdere al referendum e ora devono pagare. Sarà l'ultima Leopolda? "Assolutamente no, ma quest'anno si sente il peso della sconfitta perché c'è rabbia verso chi ci ha tradito".di Andrea Lattanzi