Bruxelles prende tempo sulle sanzioni

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES L’Unione europea fa un passo indietro e lascia i “grandi” a trattare la questione Ucraina. Il consiglio dei ministri degli Esteri del Ventotto riunito ieri a Bruxelles aveva sul tavolo un menù pronto (e piuttosto elaborato) di sanzioni e di possibili nuovi

Più flessibilità a chi fa le riforme

di Lorenzo Robustelli wSTRASBURGO Il fronte della flessibilità nelle regole dell’Unione europea ha segnato un punto a suo favore. Importante. Ieri la Commissione europea ha emanato le sue “linee guida per sostenere le riforme strutturali e gli investimenti” e, come chiedeva Matteo Renzi, h

Senza Titolo

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES Sì al piano di investimenti europeo, ma anche Russia ed elezioni presidenziali italiane. Il primo Vertice dei capi di Stato e di governo dell’Unione europea guidato dal nuovo presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk, e l’ultimo della preside

Maxi evasione, bufera su Juncker

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES Jean-Claude Juncker lavora a Bruxelles da sei giorni e già la sua credibilità è messa pesantemente in discussione per aver autorizzato, quando era premier del Lussemburgo, accordi segreti con alcune multinazionali che avrebbero permesso di sottrarre centina

Juncker: «Difenderò l’esecutivo»

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES Attacca ancora Jean-Claude Juncker, e anche se non tutta la Commissione europea è d’accordo con lui (lo ammette), ha deciso che risponderà personalmente a ogni attacco al suo esecutivo. Lo ha annunciato ieri, dopo la prima riunione del nuovo collegio europe

Renzi: «Con l’Europa è quasi fatta»

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES Una missione a Bruxelles iniziata con un litigio con la Commissione europea è finita probabilmente bene per Matteo Renzi, che ha trovato, ancora una volta, anche l’appoggio del presidente della Repubblica alla sua manovra di bilancio. Lasciando la due giorn

Renzi contro la Ue: «Ora trasparenza»

di Lorenzo Robustelli wBRUXELLES Improvvisamente sembra essere rottura tra Bruxelles e Roma. La trattativa sulla legge di stabilità andava avanti da settimane, senza che ci fosse nessuna vera notizia, quando poi, improvvisamente, ieri mattina sul sito del ministero dell’Economia è apparsa