Il trailer di Hotel Gagarin, la commedia poetica arriva anche in Veneto

video Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e Philippe Leroy arrivano sul grande schermo, diretti da Simone Spada nel suo primo lungometraggio, Hotel Gagarin, una commedia poetica, raffinata e divertente, è al cinema con Altre Storie. Una storia di speranza in cui i sogni, i sentimenti e la magia del cinema rendono possibili nuovi incontri ed emozioni, scelte e cambiamenti inattesi.

'Hotel Gagarin', quell'inaspettata occasione di felicità. Il trailer

video Sono tutti sconosciuti, tutti un po' sfigati, tutti in cerca di un'occasione. Che si presenta, credono, quando vengono ingaggiati per andare a girare un film in Armenia. In realtà dietro a quel lavoro si nasconde una truffa bella e buona ma se ne accorgeranno troppo tardi. Ma le occasioni si presentaranno lo stesso: per tutti, quella di far felice il prossimo; per alcuni, quella di cambiare la propria vita. Arriva in sala il 24 maggio, distribuito da Altre Storie, 'Hotel Gagarin', il film che segna il debutto alla regia di Simone Spada, già aiuto di Caligari, Mainetti, Zalone, De Matteo. Nel cast Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D'Amico, Caterina Shulha. Una commedia strampalata e poetica e un grande omaggio al sogno del cinema.

Al cinema 'Io c'è': Edoardo Leo diventa santone, una preghiera per non pagare le tasse

video "Non avrai altro dio all'infuori di te". Sono le fondamenta di una nuova fede, lo Ionismo, la religione dell'Io. A crearla, un giovane imprenditore che trasforma il proprio bed&breakfast, caduto in disgrazia, in un luogo di culto, cercando di emulare un vicino convento in cui le suore "ospitano" pellegrini ed eludono le tasse accettando non pagamenti ma donazioni. È questa l'idea di partenza di 'Io c'è', la commedia di Alessandro Aronadio in sala dal 29 marzo con Vision Distribution, con Edoardo Leo, Margherita Buy e Giuseppe Battiston, nel cast anche Giulia Michelini e Massimiliano Bruno. La storia di un italiano medio che si trasforma in santone ma che poi inciampa nei propri limiti, costretto a sua volta a convertirsi all'onestà. A Repubblica il protagonista Edoardo Leo.Intervista di Alessandra VitaliRiprese di Francis D'Costa e Valeria LombardoMontaggio di Francis D'Costa

no titolo

article CONEGLIANO. «Non facciamo i furbi con la nostra terra, chiedendo più di quello che può darci». Dritto al punto, fin dalle prime battute, arriva il messaggio centrale del film d’esordio di Antonio...

di Silvia Ceschin

L’immigrazione interattiva di Segre

article A suo modo anche il film di Andrea Segre - “L’ordine delle cose” - è un’opera interattiva, in linea con le novità della realtà virtuale di questa edizione della Mostra. Perché chiede allo spettatore di interagire, di contribuire alla riflessione sul tema dell’immigrazione che il regista affronta ...

'L'ordine delle cose' di Andrea Segre - trailer

video La questione migranti raccontata con la fiction in L'ordine delle cose di Andrea Segre con Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti. Il film affronta il tema della crisi dei migranti nella Libia post-Gheddafi attraverso la storia di Corrado (Paolo Pierobon), un alto funzionario del ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l'immigrazione irregolare, il cui approccio alla crisi è destinato a cambiare radicalmente dopo l'incontro con una migrante