Xi Jinping e first lady a Roma, il videoracconto della giornata nella capitale

video Quirinale, Altare della Patria, Senato, Camera e poi di nuovo al Quirinale per la cena di gala con 170 invitati. E' stata una lunga giornata di incontri quella di Xi Jinping, presidente cinese, a Roma. Piccola pausa dal cerimoniale per la first lady che si è concessa una visita a Palazzo Colonna nel pomeriggio. Poi tutti in abito da sera per il ricevimento al colle. Tra gli invitati i ministri Tria, Centinaio, Grillo, Moavero Milanesi e Virginia Raggi. Ad attirare però l’attenzione è John Elkann che sale al Quirinale con una busta con lo stemma della Juventus. Puntualissimo Xi Jinping fa il suo ingresso alle 20:10 per dare inizio alla festavideo di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Xi a Roma: l'incontro con Fico e Casellati, a Montecitorio cori e bandierine

video Il pomeriggio di Xi a Roma inizia alle 16 con l’incontro con la presidente del Senato Casellati che gli mostra l’aula di Palazzo Madama. Subito dopo, alle 17:30, la folta delegazione cinese arriva a Montecitorio per incontrare Roberto Fico nella Sala della Lupa. Ad attenderlo c'era un folto numero di concittadini con bandierine italo-cinesi. Xi all’uscita dalla Camera dei Deputati, li ha salutati sorridendo per poi correre via seguito da un serpentone di macchinevideo di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Xi a Roma, vacanze romane per l'elegante first lady tra flash e sorrisi

video Mentre il Presidente Cinese è impegnato in incontri istituzionali alla Camera e al Senato, la first lady si concede delle visite per la capitale in stile vacane romane. Prima tappa Palazzo Colonna, dove la signora Peng Liyuan si intrattiene per oltre un'ora. Elegantissimo il suo outfit: cappotto beige che lascia intravedere un tubino grigio ghiaccio plissettato, decoltè nude classico a tacco alto abbinati e capelli raccolti in uno chignon. La first lady si concede anche a un saluto e tanti sorrisi a favore di fotografi. Video di Camilla Romana Bruno e Cristina Pantaleoni

Italia-Cina, c'è Xi Jinping: sul Quirinale sventola bandiera rossa

video Piazza del Quirinale blindata e la bandiera cinese che sventola sul tetto del Quirinale accanto a quella italiana. Vengono accolti così Xi Jinping e consorte nel loro primo incontro ufficiale con il presidente Mattarella. Dopo la consueta stretta di mano nel cortile interno la first lady cinese ha lasciato il palazzo per far ritorno al suo hotel ai Parioli. Video di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Scorta "reale" per Xi Jinping: il presidente cinese al Quirinale con i corazzieri a cavallo

video Il presidente cinese Xi Jinping è arrivato al Quirinale per l'incontro ufficiale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella sala degli Specchi. Oltre alla folta delegazione di imprenditori e stampa cinese, a bordo di pulmini e Maserati, a Xi è stata concessa la scorta d'onore dei corazzieri a cavallo, riservata di solito alle dinastie reali. Video di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Diciotti, 5S divisi su Nugnes e Fattori. Paragone: "Non vanno espulse". Fraccaro: "Hanno disobbedito"

video Gianluigi Paragone, senatore M5S, si pronuncia sull'espulsione delle senatrici Paola Nugnes ed Elena Fattori, che non hanno rispettato la linea politica del Movimento votando a favore dell'autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno: "Da mente libera quale sono, credo che siano libere di esprimere la loro posizione politica. Io ho sempre rispettato il dissenso, a me piace. Se fossero espulse mi darebbe fastidio". Di parere diverso il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Riccardo Fraccaro: "Hanno espresso un voto diverso da quello indicato da chi ci ha portato in parlamento e lo hanno fatto palesemente". Video di Camilla Romana Bruno e Cristina Pantaleoni

Diciotti, Nugnes e Fattori votano per processare Salvini: "Le 5 stelle le abbiamo tatuate nel cuore"

video Le senatrici di M5s, Paola Nugnes ed Elena Fattori hanno annunciato in Aula il proprio voto favorevole all'autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno Matteo Salvini per il caso Diciotti, intervenendo in dissenso da proprio gruppo. "I diritti umani - ha detto Nugnes - sono stati compresi e non c'è visione politica che possa fare leva sul diritto di terzi". "Sarò deferita ai probiviri - ha annunciato Elena Fattori -. Ma io questo processo lo affronterò con la testa alta e la schiena dritta". Mi consola - conclude - che le persone come me le cinque stelle le hanno tatuate sul cuore". video di Cristina Pantaleoni

Diciotti, Giarrusso annuncia voto in difesa di Salvini: "Ma M5S resta contro le immunità"

video Si apre con i fischi l’intervento del senatore M5S Mario Giarrusso, membro della giunta per le immunità, nella seduta di Palazzo Madama per votare l'autorizzazione a procedere contro Matteo Salvini. "Noi del Movimento - ha affermato - non abbiamo mai abdicato ai nostri principi. Le immunità appartengono al passato, ma qua non c'è dubbio che siamo davanti a un'azione di governo". Per questo, ha aggiunto, "annuncio con orgoglio che il Movimento 5 stelle dopo aver condiviso con i cittadini e i propri iscritti questa decisione, voterà convintamente affinché il governo non debba rispondere di un'azione compiuta nell'interesse dello Stato e dei cittadini". La frase fa scattare la protesta del Partito democratico che insorge: "Vergognatevi, state salvando Salvini".video di Cristina Pantaleoni

Diciotti, Salvini in aula: "Ringrazio i 5 stelle, le cose si fanno in due". Pd attacca: "Siete complici"

video "Il governo di cui mi onoro di far parte ha sviluppato fin dal suo insediamento, con chiara e unanime determinazione la politica sulle migrazioni", lo ha detto Matteo Salvini in aula al Senato leggendo la sua memoria difensiva sul caso Diciotti. "Ringrazio per questo i colleghi M5s perchè le cose si fanno in due evidentemente", ha concluso il ministro dell'Interno. Video di Cristina Pantaleoni

Diciotti, Salvini in aula corregge il discorso e fa le prove per la sua difesa

video Il ministro dell’Interno Matteo Salvini arriva in aula al Senato alle nove in punto. A Palazzo Madama si discute e si vota il caso Diciotti. Il vicepremier legge e corregge con la penna rossa il discorso che dovrà tenere in sua difesa fino a provarlo mentalmente. Uniche pause i saluti di Giulia Bongiorno, Gianmarco Centinaio, Maurizio Gasparri e un caffè. di Cristina Pantaleoni

Mare Jonio, Bersani: "Secondo la Lega hanno architettato tutto per il voto sulla Diciotti? Ma come c.. si fa"

video "È una vergogna, prima li fai scendere, poi discuti di chi è la colpa. Li lasci in mare a ballare?". Sono parole di sdegno quelle del deputato Pierluigi Bersani, intercettato fuori da Palazzo Madama. "È un caso di disumanità, ma questa è la politica? Se perdiamo questo concetto basico non è che non siamo più politici non siamo più umani", ha continuato Bersani. "Secondo i leghisti quelli che prendevano acqua sul gommone hanno architettato tutto questo perché domani si vota in Senato sul caso Salvini? Ma come ca... si fa", sbotta. "Qui passa il criterio che un ministro, visto che ha la maggioranza, fa quello che vuole. Se ai 5 stelle va bene così a me non va bene. Ho fatto il ministro anche io e ho sempre pensato che bisogna rispondere alla legge non una, due volte, anche tre". video di Camilla Romana Bruno e Cristina Pantaleoni

Nave Mare Jonio, Conte alla Camera: "Piaccia o no, posizione governo su migranti è chiara"

video "Può piacere o non piacere - commenta il premier Conte, alla camera dei Deputati, incalzato dalle opposizioni sul caso nave Mare Jonio - ma siamo portatori di una politica della migrazione strutturata, multilivello, riassunta per buona parte nelle conclusioni del Consiglio europeo del luglio scorso. Io mi batto e mi batterò sempre perché la politica dell'immigrazione, che preferisco articolare nella formula 'regolazione e gestione dei flussi migratori', sia formulata in modo strutturale e non emergenziale. Tutti dobbiamo impegnarci a non strumentalizzare il singolo caso. Di fronte all'emergenza siamo tutti perdenti". di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

Nave Mare Jonio, Pd e Leu contro Conte: "Alzi il telefono e faccia sbarcare quelle persone"

video E’ il giorno delle comunicazioni del Premier in vista del consiglio europeo e del memorandum Italia-Cina. A prendere subito la parola in aula alla Camera peròè Dario Franceschini che, a nome dell’intero partito democratico, esorta Conte a far sbarcare i migranti salvati dalla Mare Jonio la scorsa notte e ormeggiati ora al largo di Lampedusa: "Dica al suo vanitoso ministro dell’Interno che non si gioca a fare il duro sulla pelle dei disgraziati e che non si può usare la definizione 'nave dei centri sociali' per lasciare la gente in mare". A fargli eco Nicola Fratoianni di Leu: "Siete dei codardi". A prendere le difese del ministro Salvini è il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari: "E’ sospetta l’iniziativa della Mare Jonio proprio alla vigilia della decisione del Senato sul caso Diciotti". di Cristina Pantaleoni e Camilla Romana Bruno

FridaysForFuture, Samantha Cristoforetti: "La Terra è forte, siamo noi ad essere fragili"

video L'astronauta italiana, ospite di 'Libri come', il Festival del libro e della lettura che si svolge all'Auditorium Parco della Musica di Roma, chiude idealmente la giornata di sciopero globale FridaysForFuture con il racconto della Terra vista dallo spazio: "Quando sei lassù diventa familiare come il cortile di casa tua. Il tempo si comprime, tutto sembra più vicino a te. Spesso si dice che la Terra è fragile, invece siamo noi ad essere fragili perché se per esempio riusciamo ad estinguerci per un problema climatico la Terra invece andrà avanti per migliaia di anni". A dialogare sul palco con AstroSamantha, la voce di RadioTre Scienza Rossella Panarese. di Cristina Pantaleoni

Clima, Salvini: "Siamo sensibili al tema ma non parteciperò alla manifestazione FridaysForFuture"

video "Sono molto sensibile al tema ma domani ho altri impegni, non ci sarò alla manifestazione per il clima". E' quanto ha detto Matteo Salvini, a margine di una conferenza stampa alla Camera dei Deputati, a chi gli chiede perché non parteciperà alla manifestazione FridaysForFuture. "Stiamo tutti lavorando per migliorare la qualità dell'aria e i treni sicuramente lo fanno". Quando però gli fanno notare che parteciperà al forum della famiglia di Verona e non ad una manifestazione per sensibilizzare il Paese sul tema dell'ambiente, Salvini risponde: "Sono due cose diverse". Video di Cristina Pantaleoni

Reddito di cittadinanza, la protesta dei precari Anpal: "Formeremo 3mila navigator e siamo senza futuro"

video “Il mio futuro? Non ci spero più”: lo dice ridendo Mimma, precaria dell’Anpal Servizi, la società che si dovrà occupare della formazione dei tremila navigator. “Noi viviamo in un paradosso, saremo i precari che formeranno altri precari” ci racconta Marco portavoce della manifestazione che si è tenuta questa mattina davanti Montecitorio a Roma. Abbiamo incontrato i dipendenti dell’Anpal Servizi che ci hanno raccontato la loro storia personale fatta di precarietà e incertezza verso il futuro. Video di Cristina Pantaleoni

Leonardo a 16 anni è Alfiere della Repubblica: "A chi mi ha bullizzato alle medie dico grazie"

video Leonardo Cesaretti ha 16 anni e riceverà oggi al Quirinale il titolo di Alfiere della Repubblica perché, pur essendo stato vittima di bullismo quando aveva solo 11 anni, ha reagito donando il proprio impegno a favore dei più deboli. "Quando avevo 11 anni - racconta - sono stato vittima degli attacchi di un gruppo di ragazzi più grandi, a scuola e fuori. Mi seguivano e mi accerchiavano. E' stato difficile ma ora a loro dico grazie. Grazie perché ho incontrato la polisportiva Castelli Insieme Onlus che mi ha permesso di spostare l'attenzione su me stesso e su chi ne aveva più bisogno". Leonardo infatti, da tre anni, fa volontariato presso la palestra dei Castelli Romani aiutando i ragazzi disabili nell'attività sportiva agonistica come l'hockey su sedia a rotelle. Video di Cristina Pantaleoni

Zingaretti: "In caso di crisi subito al voto, l'Italia sta pagando un prezzo enorme"

video "Tornare alle urne in caso di caduta del governo? Io penso di sì. C'è una maggioranza parlamentare che non è unita su nulla e l'Italia sta pagando un prezzo enorme". Così il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di una conferenza stampa alla WeGil di largo Ascianghi, a Roma. "Credo che veramente stiamo entrando nel tempo della irresponsabilità" ha concluso.video di Cristina Pantaleoni

Europee, Timmermans (Pse): ''Vittoria Zingaretti dà ottimismo a sinistra europea''

video "Io ho visto questa vittoria incredibile domenica, abbiamo visto gli italiani andare ai gazebo per dimostrare che c'è un'altra Italia, solidale, aperta, un'Italia con speranza per il futuro e questa è una cosa stupenda". Così Frans Timmermans dopo l'incontro con il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti a Roma. "Sono contento - ha continuato il vice commissario Ue - che ci sia un presidente europeista ma credo che dobbiamo fare una riforma delle politiche europee. Macron vuole cambiare le strutture, io cambierei politiche, con reddito minimo europeo e misure per il lavoro". "Non è una divisione" sottolinea Nicola Zingaretti a chi gli chiede della firma di Renzi su quel manifesto. "E' utile e positivo che ci sia un fronte larghissimo in difesa dell'Europa e che a promuoverlo sia il presidente di una nazione come la Francia. Magari lo promuovesse il nostro presidente del consiglio...".video di Cristina Pantaleoni

Tav, Zingaretti: ''Il governo è nel tunnel della sua crisi''

video "Il governo è nel tunnel della sua crisi: una maggioranza che si tiene insieme solo sulla gestione del potere ma non riesce a esprimere alcun tipo di politica e paralizza il Paese''. Così il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, incontrando il vice presidente della Commissione Ue e candidato dei socialisti e democratici alla guida dell'esecutivo Ue, Frans Timmermans. "Noi abbiamo consigli dei ministri che si convocano e sconvocano sulla Tav, ma non affrontano il nodo” ha concluso di Cristina Pantaleoni