Cesare Cremonini dice addio al padre: "Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato"

video A San Lazzaro, paesone alle porte di Bologna, era "il dottore". Per Cesare Cremonini "eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio". Cremonini saluta così, con immagini sfocate della sua infanzia, suo papà Giovanni, medico di base e nutrizionista, che si è spento a 94 anni. "Dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie. Al posto mio avresti di sicuro smorzato l’emozione con uno dei tuoi proverbi. I tuoi pazienti sono stati i tuoi figli e io sono orgoglioso di essermi sentito pari a loro", scrive Cesare su Instagram. "Da ogni visita notturna tornavi con un regalo per me e mio fratello, e mi raccontavi chi erano le persone che avevi guarito. Ci hai insegnato così il valore dell’uguaglianza e della gratitudine nel fare parte di una comunità".E poi un ricordo più personale. "Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato. Non smetterò mai di pensarti e cantarti, perché con te il mondo era più bello. Ma se una canzone che stia al posto tuo non c’è, eccola qua. È come se fossi con me. Ciao babbo. Cesare e Vittorio"A cura di Micol Lavinia Lundarivideo: Instagram/cesarecremonini

Cesare Cremonini dice addio al padre: "Mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato"

video A San Lazzaro, paesone alle porte di Bologna, era "il dottore". Per Cesare Cremonini "eri nostro padre, mio e di mio fratello Vittorio". Cremonini saluta così, con immagini sfocate della sua infanzia, suo papà Giovanni, medico di base e nutrizionista, che si è spento a 94 anni. "Dopo tutta una vita dedicata agli altri, hai visto? Oggi in tantissimi vogliono dirti grazie. Al posto mio avresti di sicuro smorzato l’emozione con uno dei tuoi proverbi. I tuoi pazienti sono stati i tuoi figli e io sono orgoglioso di essermi sentito pari a loro", scrive Cesare su Instagram. "Da ogni visita notturna tornavi con un regalo per me e mio fratello, e mi raccontavi chi erano le persone che avevi guarito. Ci hai insegnato così il valore dell’uguaglianza e della gratitudine nel fare parte di una comunità".E poi un ricordo più personale. "Mi hai visto partire da un pianoforte più alto di me, appoggiato a un muro di casa, dove mi chiedevi di suonare la sera per toglierti la stanchezza, e mi hai visto arrivare dove ho sempre sognato. Non smetterò mai di pensarti e cantarti, perché con te il mondo era più bello. Ma se una canzone che stia al posto tuo non c’è, eccola qua. È come se fossi con me. Ciao babbo. Cesare e Vittorio"A cura di Micol Lavinia Lundarivideo: Instagram/cesarecremonini

Cesare Cremonini ieri e oggi, emozioni in Super8: il video per i 20 anni di carriera e il nuovo tour

video Cesare Cremonini festeggia 20 anni di carriera, iniziata nel maggio 1999 con la pubblicazione di '50 Special' e annuncia sette date negli stadi nell'estate dell'anno prossimo. Il tour partirà il 21 giugno 2020 da Lignano Sabbiadoro e si concluderà con un evento speciale il 18 luglio all'autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. "Chiuderemo con un grande concerto a Imola. Sarà un evento straordinario, nato dalla fortissima esigenza di creare uno show indimenticabile nel cuore stesso della mia terra, l'Emilia, che è la mia vita, la mia seconda pelle e il mio Dna. L'autodromo è un luogo magico che fa parte della storia della F1 e della musica, grazie a Vasco Rossi che lo ha trasformato in tempio leggendario". Le date: 21 giugno Lignano, 27 giugno Milano, 30 giugno Padova, 4 luglio Torino, 7 luglio Firenze, 10 luglio Roma, 14 luglio Bari, 18 luglio Imola. Video: Live Nation

Aneddoto di Cesare Cremonini: "Così è nata la hit dei Lunapop, per scriverla fui punito dalla prof"

video Correva l'anno 2000: i Lunapop, band che da poco aveva conquistato migliaia di fan con '50 Special', vinse il Festivalbar condotto da Fiorello e Alessia Marcuzzi con la hit 'Qualcosa di grande'. A 19 anni di distanza, Cesare Cremonini, che nel frattempo ha scelto una fortunata carriera da solista, ha deciso di celebrare l'anniversario raccontando sui social un curioso aneddoto in cui spiega come il pezzo venne scritto sui banchi di scuola. '...Squérez?', l'album dal quale è tratto il brano, ha raggiunto il primo posto in classifica il 22 giugno 2000 e fu il terzo più venduto in Italia quell'anno, totalizzando più di un milione di copie vendute in meno di due anni.

Aneddoto di Cesare Cremonini: "Così è nata la hit dei Lunapop, per scriverla fui punito dalla prof"

video Correva l'anno 2000: i Lunapop, band che da poco aveva conquistato migliaia di fan con '50 Special', vinse il Festivalbar condotto da Fiorello e Alessia Marcuzzi con la hit 'Qualcosa di grande'. A 19 anni di distanza, Cesare Cremonini, che nel frattempo ha scelto una fortunata carriera da solista, ha deciso di celebrare l'anniversario raccontando sui social un curioso aneddoto in cui spiega come il pezzo venne scritto sui banchi di scuola. '...Squérez?', l'album dal quale è tratto il brano, ha raggiunto il primo posto in classifica il 22 giugno 2000 e fu il terzo più venduto in Italia quell'anno, totalizzando più di un milione di copie vendute in meno di due anni.

L'alba, la neve e San Luca: "sembra un sogno" lo scatto di Bologna di Cesare Cremonini

video Pioggia di like (quasi 70mila in 24 ore) per lo scatto dell'alba su Bologna pubblicato da Cesare Cremonini sul suo profilo Instagram: la città si risveglia con tinte pastello e una carezza di neve. "Sembra un sogno", commenta il cantautore, che a partire da questa immagine poetica riflette sul tema della memoria e dell'immaginazione affidate alle nuove generazioniA cura di Micol Lavinia Lundari

Al via “Kidstalent” per artisti in erba

article ALBIGNASEGOPer i piccoli talenti in erba, che si dilettano nel canto, c’è ancora la possibilità di partecipare alla terza edizione del concorso canoro “Kids talent”, organizzato da Azzurra eventi. Le categorie sono due: dai sei anni compiuti ai 10 e dagli 11 ai 14. I piccoli potranno esibirsi nel...

CRI.S.