Reddito di cittadinanza Solo 4, è record basso

SACCOLONGO. Con appena quattro persone che ne stanno beneficiando Saccolongo è il comune padovano con la più bassa percentuale di cittadini che godono del reddito di cittadinanza. I dati diffusi nei giorni scorsi confermano che solo lo 0,08 per cento dei saccolongani ne sta usufruendo, superando di poco altri piccoli comuni come Gazzo (0,12% con 5 persone beneficiarie), Campodoro (0,15% con 4), Polverara (0, 12% con 4), Santa Giustina in Colle (0, 12% con 9) e Villa del Conte (0, 11% con 6). «Questo dato è legato ad una nostra cultura prevalentemente di origine contadina in cui ci si cerca ancora di arrangiare con quello che si ha, senza chiedere l'aiuto dello Stato e con molte persone che forse ne avrebbero anche diritto che però non vogliono fare richiesta» commenta il sindaco Steve Garbin. «Inoltre qui è ancora presente un tessuto sociale di carattere familiare come quello di una volta che aiuta a contenere possibili situazioni di disagio». A questa chiave di lettura si aggiunge quella di Vittorio Lollo, ex assessore al sociale per 20 anni a Saccolongo: «Questo dato è anche legato ad una forma di aiuto che la macchina comunale ha sempre garantito. Abbiamo sempre lavorato per prevenire forme di disagio anche con le poche risorse a disposizione. Negli anni abbiamo sviluppato con successo una collaborazione con Caritas che ci ha permesso di aggirare la burocrazia e di intervenire tempestivamente dove ce ne fosse bisogno. Un centinaio di persone, infatti, fino a questa primavera erano sotto l'ala protettrice di Caritas e ad esempio nel 2018 sono state fornite 250 borse della spesa per le famiglie che avevano bisogno di un aiuto». --Luca Perin