«Io, vivaista esasperato da furti continui»

Enrico Ferro«Nel 2006 abbiamo subito 20 furti. Venti, in un solo anno. Ci eravamo ridotti a dormire lì. Quest'anno siamo già a quota tre». Franco Rampazzo non dimentica e, anzi, continua ad annotare. È il proprietario di un'azienda agricola che è anche serra florovivaistica ma oltre a lottare contro crisi e bilanci da tenere in attivo, deve consumare parecchie energie anche per combattere i ladri. «Lunedì sono venuti, è scattato l'allarme e io in 6 minuti esatti ero lì. Quindi sono scappati senza refurtiva. Sono tornati dopo due notti e stavolta ci hanno messo meno di 6 minuti. Addio tagliaerba e generatore di corrente». l'esclationLa storia che racconta Franco Rampazzo ricorda per certi versi quella che ha raccontato a tutta Italia l'imprenditore piacentino Angelo Peveri, dopo aver ucciso a colpi di fucile un ladro nel suo cantiere. «Io non ho ancora fatto nulla ma devo ammettere che mi prudono le mani» confessa e non smette un attimo di lavorare. L'azienda agricola Al Giglio si trova in via Rienza 39 in una fetta di campagna strappata all'urbanizzazione spinta di quartieri come Arcella e Pontevigodarzere. Pace e campi quasi a perdita d'occhio. «Un posto isolato, per questo vengono qua», dice sconsolato. Lunedì sera verso mezzanotte Franco Rampazzo se ne sta tranquillo nel divano di casa quando scatta l'allarme. Esce in pigiama, corre in azienda, i ladri lo sentono e scappano senza prender nulla. Lo cronometrano e così facendo calcolano il suo tempo di percorrenza: arriva in 6 minuti. Dopo due giorni tornano e per rubare ciò che avevano adocchiato e stavolta ci mettono meno di 6 minuti. Ennesimo furto a segno e a Rampazzo non resta che sobbarcarsi i danni.lo sfogo«Per far capire il livello di frustrazione che ho raggiunto, lascio persino le porte aperte così almeno non me le rompono per entrare. E poi i nostri amministratori passano giorni a parlare di una pista ciclabile. Si rendono conto in quale situazione vivo io?». Il sopralluogo è stato affidato alla polizia, che ha eseguito il sopralluogo e constato il furto di quelle due apparecchiature, per un valore totale di circa mille euro. contromisure«L'allarme l'ho messo ed è efficiente. Ora ci stiamo attrezzando anche con le telecamere» racconta Rampazzo. «La polizia è stata velocissima ad arrivare ma purtroppo questi sono furbi. Ci tengono d'occhio e si comportano di conseguenza». Ma lui non molla e nonostante le incursioni continua a mandare avanti l'azienda di famiglia. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI