Senza Titolo

ARQUÀ PETRARCA. La cittadina collinare si presenta al voto dopo una settimana di "distrazione" dovuta a un episodio che l'ha spedita alla ribalta delle cronache nazionali. Il riferimento è ovviamente all'incidente dello scuolabus sui tornanti del Sassonegro, con tanto di fuga e arresto dell'autista. L'avvenimento, tuttavia, non è entrato nel dibattito della campagna elettorale. Che, domani, vedrà all'ultima sfida due candidati: la lista numero 1 di Ivo Pulito e la numero 2 del sindaco uscente Luca Callegaro. Ivo Pulito, 66 anni, ex dipendente pubblico, da dieci anni è in pensione. In questi ultimi cinque anni è stato all'opposizione in consiglio comunale. Guida la civica Il Futuro di Arquà Petrarca. Libero professionista, Callegaro ha invece 51 anni, arriva da due mandati da sindaco e attualmente è anche coordinatore provinciale di Forza Italia. Pulito ha messo il sociale come punto di apertura del programma di governo in caso di elezione: sostegno a famiglie, luoghi di aggregazione per gli anziani, trasporti per le fasce deboli. Seguono scuola, cultura e viabilità.«Esperienza, crescita, futuro e concretezza» è il motto a cui si è affidato Callegaro, che ai primi tre punti del programma elettorale ha messo scuola, Unione dei Comuni (ha confermato la scelta di recedere da questa realtà) e giovani. --N. C.