Pronto soccorso a prestazione Barison annuncia battaglia

ABANO TERME. Il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Massimiliano Barison, non molla la presa e annuncia battaglia in V Commissione a difesa del presidio ospedaliero alla Casa di Cura di Abano. Barison sta cercando di compattare il fronte che porti la Commissione a tornare sui suoi passi e quindi a cancellare l'ipotesi di declassamento del Policlinico a struttura integrativa della rete ospedaliera pubblica. «È vero, nelle schede ospedaliere è previsto il Pronto Soccorso anche in caso di declassamento della Casa di Cura a struttura integrativa», spiega. «Ma è chiaro che qualcosa cambierà. I contributi per il Pronto Soccorso di Abano dovrebbero passare da contributi a funzione a contributi a prestazione. In pratica la Regione dovrebbe corrispondere le contribuzioni in base alle prestazioni erogate e non in base al servizio. È chiaro che, se così fosse, la proprietà non sarebbe così contenta in quanto il personale atto a garantire il servizio è il medesimo». Barison è quindi pronto a portare la sua lotta settimana prossima in sede di discussione delle schede. «Non si può dire che non cambia niente per Abano», osserva. «Altrimenti perché non lasciare tutto così? Qualcosa cambia e cambiano anche alcuni servizi e voglio capire in che termini. Presenterò degli emendamenti alle schede presentate perché siano riviste». I tempi sono stretti. «Credo che a giorni si andrà verso l'approvazione», spiega Barison «La mia battaglia non cambia. Abano è una località turistica e il fatto che anche gli albergatori si siano mossi è significativo del fatto che il declassamento rischia di portare contraccolpi anche sul turismo. Chi arriva ad Abano e Montegrotto si sentirà sicuramente meno sicuro nel caso non dovesse più esserci il Pronto Soccorso». Prosegue infine la doppia raccolta firme da protocollare in Regione. Quella dei sindacati ha toccato quota mille. Supera le 500 quella delle categorie economiche. --Federico Franchin